Brexit, May: stop giurisdizione Corte Europea, nessun passo indietro sul Nord Irlanda

Brexit, May: stop giurisdizione Corte Europea, nessun passo indietro sul Nord Irlanda
 Jonathan Brady / POOL / AFP
 Theresa May

"Come primo ministro di tutta la Gran Bretagna non lascerò che la Brexit cancelli gli storici progressi in Irlanda del Nord, né permetterò che niente danneggi l'integrità della nostra preziosa Unione". Così la premier Theresa May nel suo discorso sulla visione della Brexit. "Siamo sempre stati chiari, non vogliamo tornare a un confine rigido in Irlanda, abbiamo escluso ogni infrastruttura fisica al confine e i relativi controlli", ha aggiunto. La premier ha anche annunciato che chiederà un accordo di libero scambio innovativo, senza precedenti al mondo, con l'Ue dopo la Brexit. Nel ribadire infine che dopo l'uscita del Regno Unito dall'Unione europea non potrà più esserci giurisdizione della Corte europea sulla Gran Bretagna, la premier britannica Theresa May ha spiegato per dirimere le future dispute commerciali bisognerà introdurre un "meccanismo indipendente d'arbitrato", un terzo organismo".



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it