Borse europee chiudono in calo; Milano -0,18%

Le Borse europee chiudono in calo. Pesano le tensioni commerciali Usa-Ue sui dazi e quelle relative al nucleare iraniano in vista del G7 in Canada di domani e sabato. Gli occhi dei mercati sono anche puntati sulla Bce: l'attenzione è tutta sulla riunione del consiglio del 14 giugno a Riga, quando si ragionerà sulla fine del Qe. 
    A Londra l'indice Ftse 100 cede lo 0,10% a 7.704,40 punti, a Parigi il Cac 40 perde lo 0,17% a 5.448,36 punti e a Francoforte il Dax lo 0,15% a 12.811,05 punti. A Milano l'indice Ftse Mib perde lo 0,18% a a 21.765 punti. Brilla Saipem che ha guadagnato il 5,07%, dopo che il consorzio a cui partecipa ha firmato il contratto per la realizzazione del primo lotto dell'Alta velocità Brescia-Verona. Toniche Fca (+3,13%) e Tenaris (+2,90%), male il lusso con Moncler (-2,57%) e Ferragamo (-3,43%). Contrastate le banche: positive Banca Generali (+2,40%), Bper Banca (+1,93%), negative Unicredit (-1,64%), Ubi (-1,51%) e Intesa San Paolo (-1,19%). Tra gli energetici bene Eni (+1,17%). 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it