Biotestamento: Bassetti (Cei), obiezione coscienza è un diritto

"L'obiezione di coscienza è un diritto che va riconosciuto non solo per le persone ma anche per le strutture cattoliche". Lo ha detto il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, a margine dell'incontro, organizzato da Cisl "Il nuovo volto dell'integrazione", commentando la legge sul biotestamento. "Siamo preoccupati, la persona va rispettata dall'inizio della vita alla fine - ha continuato Bassetti - le leggi non nascono perfette, tutto va integrato, tutto va perfezionato". Il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, rispondendo al question time alla Camera, ha da parte sua assicurato:"E' mia intenzione, immediatamente dopo la pubblicazione della legge sul testamento biologico, incontrare i rappresentanti delle strutture sanitarie private cattoliche per condividere con loro opportune modalità applicative della legge volte a contemperare la necessità di applicare fedelmente le nuove disposizioni legislative con l'altrettanto fondata esigenza di assicurare agli operatori sanitari il rispetto delle loro intime posizioni di coscienza". 



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it