Berlusconi frena Salvini su leva e moschee, senza maggioranza al voto con governo Gentiloni

Berlusconi frena Salvini su leva e moschee, senza maggioranza al voto con governo Gentiloni 

 

Silvio Berlusconi ha preso le distanze da Matteo Salvini su leva obbligatoria e chiusura delle moschee. Parlando a Radio Capital, il leader di Forza Italia ha anche chiesto che in caso di mancata maggioranza dopo le elezioni, si torni subito al voto oppure si vada avanti con un governo Gentiloni provando a fare una nuova legge elettorale. "Decide il Capo dello Stato cosa fare", ha detto l'ex premier, "ma se non si torna subito al voto non avremmo scelta che mandare avanti questo governo e andare al voto con questo governo, magari facendo una legge elettorale migliore anche se non so se ci si sarebbe una maggioranza per cambiarla". Berlusconi si è detto contrario al ritorno della leva militare ("nel programma del centrodestra non ne abbiamo parlato") e sulle moschee ha ricordato che "la nostra Costituzione prevede la libertà di tutte le confessioni che non contrastano l'ordinamento italiano". "Salvini ogni tanto è pirotecnico, non possiamo chiudere le moschee", ha aggiunto.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it