Quattro le vittime del killer di Liegi, uccise anche un ex detenuto

Quattro le vittime del killer di Liegi, uccise anche un ex detenuto
Twitter / Afp 
 L'incrocio di Liegi teatro della sparatoria costata la vita a 4 persone

Sono quattro le vittime di Benjamin Herman: l'uomo che ieri ha ucciso tre persone a Liegi è anche l'autore dell'omicidio di un uomo la sera prima della strage. Lo ha confermato il ministro dell'Interno belga Jan Jambon alla radio Bel Rtl. La vittima si chiamava Michael Wilmet, 30 anni, un ex detenuto conosciuto da Herman. Il suo corpo era stato scoperto in un'abitazione di Marche-en-Famenne, a 50 km da Liegi.

Secondo quanto riferito dall'emittente televisiva pubblica RTBF, Wilmet sarebbe stato ucciso con un martello e l'arma del delitto è stata trovata nel veicolo di Benjamin Herman a Liegi. La polizia sta cercando anche di accertare l'eventuale legame tra il rilascio della prigione di Herman (era al suo 14mo permesso) e una rapina commessa nella notte tra lunedì e martedì in una gioielleria a Rochefort. Jambon ha anche voluto precisare che, sebbene vi siano molti elementi che lasciano pensare a un attacco terroristico, bisogna attendere la fine delle indagini, perchè ci sono anche indicazioni contrarie.



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it