Diario di bordo. Occhi al cielo per seguire la missione di Nespoli

Diario di bordo. Occhi al cielo per seguire la missione di Nespoli

La siccità, con al centro il caso Roma, i migranti con la definizione della missione italiana ‘Mare sicuro’  in acque libiche, la tensione Italia-Francia dopo la decisione di Parigi di nazionalizzare i cantieri navali STX gelando le ambizioni di Fincantieri, le ultime ore di Charlie Gard, lo sfortunato bimbo inglese cui stanno per  staccare il respiratore artificiale, e il  voto finale sul decreto vaccini alla Camera.

Sono i principali temi che hanno tenuto ‘banco’ nella nostra riunioni mattutina. Per volare alto, è  proprio il caso di dirlo, la nostra attenzione è andata anche al  conto alla rovescia per la partenza della navetta Soyuz che porterà il nostro Paolo Nespoli, a sessanta anni compiuti, sulla Stazione Spaziale Internazionale. Tutto è pronto  nella base di Baikonur, nel Kazakhstan, e il lancio è previsto alle 17:41 italiane. Astropaolo resterà nello spazio i sei mesi previsti dal programma della missione Vita, dell'Agenzia Spaziale Italiana (Asi), e sarà impegnato in 11 esperimenti previsti per raccogliere dati e conoscenze utili a preparare il terreno per i futuri voli con uomini a bordo diretti su Luna e Marte. L’obiettivo scientifico è quello di limitare al massimo i rischi per la salute degli astronauti. Un sincero in bocca al lupo.

Ma torniamo a terra, o meglio all’acqua con i  primi passi dell'inchiesta della Procura di Civitavecchia che ha indagato Acea per i prelievi da Bracciano. Oggi scade il termine fissato dalla Regione per l'uso del lago e doveva essere anche il giorno del primo razionamento idrico per la città eterna. Ora si parla di lunedì, ma si sta facendo di tutto per scongiurare questa ipotesi che al di là del disagio sociale sarebbe l’ennesimo colpo, aggiungiamo irricevibile,  all’immagine della Capitale. E c’è chi dice, a ragione, che gli antichi romani,  costruttori di acquedotti in tutto il mondo ‘civile’ di allora, si stanno rivoltando nella tomba.  

Passiamo alla politica con la riunione del Consiglio dei ministri che esaminerà le proposte del ministro della Difesa per le regole d’ingaggio alla missione navale in Libia a contrasto del traffico di esseri umani. Il passaggio in Parlamento è al momento previsto per martedì prossimo.  Lo stesso giorno in cui i ministri Padoan e Calenda incontreranno  il collega francese Le Maire nell’estremo tentativo di ricomporre la frattura Roma-Parigi sui cantieri navali. Le possibilità sono ridotte al lumicino ma il lavorio diplomatico marcia a pieno regime anche se Padoan anche in queste ore ha ribadito “verso l’Italia inaccettabile sfiducia”.

Volando negli Usa  seguiamo i prossimi passi dello stentato percorso presidenziale di Trump dopo la batosta ricevuta dal Senato che ha salvato l'Obamacare.

Per finire il programma di oggi ricordiamo che è attesa la decisione della sindaca di Roma, Virginia Raggi, sul destino del dg di Atac Bruno Rota, con il trasporto pubblico romano sempre più ‘buco nero’ capitolino, mentre  Svimez diffonde i dati del suo ultimo rapporto:  Il 2016 è stato positivo per il Sud, il Pil è cresciuto dell'1% più che nel Centro-Nord, dove è stato pari a +0,8% . Ma "agli attuali ritmi, recupererà i livelli pre crisi nel 2028, 10 anni dopo il centro-nord".