YAO CHEN PREMIATA CON IL CRYSTAL AWARD, APPREZZATO L'IMPEGNO PER I RIFUGIATI

traduzioni a cura di Giovanna Tescione


Roma, 22 gen. - Un grande riconoscimento per la sua "leadership nell'aver svegliato le coscienze sul tema dei rifugiati". Yao Chen, una delle più popolari attrici cinesi del momento, è stata premiata a Davos, in apertura del World Economic Forum, con il Crystal Awards 2016, il prestigioso riconoscimento che ogni anno viene assegnato ad un artista di rilievo globale.

A ricevere il premio insieme a Yao Chen, anche Leonardo Di Caprio, per il suo impegno nella lotta alla crisi climatica, l'artista danese Olafur Eliasson e il musicista e imprenditore Will.i.am.

Conosciuta come la "regina di Weibo", la versione cinese di Twitter, per aver il maggior numero di followers, ben 78 milioni, l'attrice 36enne, una delle più popolari del Paese, è nota per aver utilizzato le piattaforme dei social network per sensibilizzare i suoi follower su temi che vanno dall'inquinamento alla sicurezza alimentare. Ma ciò che le è più a cuore è senza dubbio il tema della crisi dei rifugiati, un tema a cui ha dedicato tutta sé stessa negli ultimi anni e che l'ha portata a essere nominata rappresentante della Cina per l'UNHCR, l'organizzazione delle Nazioni Unite per i rifugiati.

Un impegno che va avanti da diversi anni e che l'ha portata a visitare i principali campi profughi del mondo, dalle Filippine alla Tailandia, all'Etiopia, Libano e Pakistan, non senza ricevere, sottolinea Yao, le critiche dei suoi fan che all'inizio non consideravano il problema una priorità. "Aiutare gli altri soddisfa anche i bisogni di chi aiuta – ha dichiarato Yao Chen, prima donna cinese a ricevere il premio – possiamo sopravvivere solo avendo bisogno degli altri e contando l'uno sull'altro". "Ciò che mi hanno dato queste persone e le loro storie, va ben oltre quello che ho potuto fare io per loro" e "spero di non dover continuare a fare ciò che faccio in futuro. Sarebbe un grande sogno", ha concluso.

Concepito negli anni '90 e ormai giunto alla sua 22esima edizione, il Crystal Award è rivolto a quegli artisti che hanno dimostrato un impegno esemplare nel migliorare le condizioni del mondo e che meglio hanno saputo incarnare lo spirito di Davos. Inizialmente riservato agli artisti che avevano saputo favorire la comprensione interculturale e la fiducia tra Nazioni, il premio si è poi adattato ai cambiamenti geopolitici globali e oggi si rivolge agli artisti che affrontano temi globali, quali quelli legati all'ambiente, alla salute, all'istruzione, alla sicurezza alimentare, all'inclusione sociale.

Tra gli oltre 80 premiati con il Crystal Award nelle scorse edizioni si annoverano Andrea Bocelli, Lorin Maazel, Matt Damon, Emma Thompson, Vargas Llosa, Sidney Poitier e tanti altri.



22 GENNAIO 2016

 

@Riproduzione riservata