SPOT INDIGNA SINGLE, WEB IN RIVOLTA

Traduzione a cura di Giovanna Tescione



Roma, 12 feb. – "Quando ti sposi?": è questa la domanda più temuta dai single e scapoli d'oro di tutta la Cina. E quando a fare pressione  non sono più amici e parenti – ai quali tutto è permesso – ma i mass media, la tolleranza si azzera e su Internet si scatena l'ira dei single in rivolta.

A finire nel mirino  un sito di incontri cinese, di nome Baihe, che durante il periodo della Festa di Primavera ha divulgato uno spot promozionale per convincere le ragazze single – per i cinesi shengnu, letteralmente "scarto, avanzo" – a realizzare un sogno che più che personale è di un'intera famiglia. Nel video una giovane donna si sente rivolgere per anni, sin dal periodo universitario, la stessa domanda da sua nonna: l'anziana signora, il cui sogno è vedere la nipote convolare a nozze,  chiede con insistenza "Ti sei sposata?". Nell'ultima scena la ragazza presenta lo sposo – conosciuto proprio sul sito di incontri – alla nonna ormai su un letto di ospedale. "Se non è per me, devo farlo per mia nonna" conclude la donna.  Il messaggio dell'azienda ha irritato i netizen di tutta la Cina, che hanno addirittura proposto di boicottare il sito in segno di dissenso.

"Il messaggio ci ferisce profondamente", commenta un utente su Weibo, il Twitter cinese. Mentre Peng Xiaohui, nota sessuologa e professore presso la Central China Normal University, commenta: "Nonostante i valori familiari convenzionali, non si dovrebbero sacrificare la propria felicità per accontentare le richieste irragionevoli dei propri familiari". Ma c'è anche chi difende lo spot e commenta: "Credo che il messaggio fosse semplicemente che il sito di incontro aiuta a velocizzare il processo di conoscenza; non ha niente a che fare con la moralità".

Ma il video, della durata di appena 30 secondi, non fa che sottolineare la realtà dei single cinesi che subiscono il peso di un'intera società oltre che della famiglia. E non è un caso che l'azienda abbia deciso di diffondere lo spot proprio durante la Festa di Primavera, quando la famiglia, tutta riunita per celebrare l'anno nuovo, può esercitare la dovuta pressione e magari convincere i figli single a rivolgersi al sito.

Non manca chi il partner decide di affittarlo su internet. Un giovane molto ricco della provincia dello Henan aveva offerto lo scorso mese un milione di yuan (circa 120mila euro), 20mila in anticipo e il resto a fine missione, a chiunque si fosse offerta di accompagnarlo a casa durante la tanto temuta Festa di Primavera. Ma non una qualsiasi, meglio se vergine e con PhD.

Ma non tutti riescono a farsi furbi o a riderci su. Solo la settimana scorsa un uomo di 37 anni è morto per un malore mentre era su un treno in viaggio verso casa per la Festa di Primavera. Caso vuole che l'uomo avesse appena saputo che i genitori gli avevano organizzato l'ennesimo appuntamento al buio affinché potesse finalmente trovare moglie.



12 febbraio 2014

 

© Riproduzione riservata