CHINA AWARDS A 24 AZIENDE DI 6 CATEGORIE

Milano, 28 nov. - Nona edizione dei China Awards:  la Fondazione Italia Cina e MF/Milano Finanza ha premiato le realta' italiane che si sono distinte sul mercato cinese e le multinazionali cinesi che investono nel nostro paese. Al Museo della Scienza e della Tecnologia "Leonardo Da Vinci" sono andati in scena 24 premiati in 6 categorie.

 

L'edizione 2014 del riconoscimento "Creatori di Valore", conferito alle imprese leader per esportazione verso la Cina, va a Lafer (settore macchine tessili, Vicenza), Romit (distretto delle calzature di Fermo), Cube- Labs (servizi per le imprese), B&C Speakers (strumenti audio/video), Endura (chimica), Orobianco (pelletteria) e Paradiso (bevande). I premi cinesi e italiani "Top Investors", conferiti a imprese italiane e cinesi che hanno realizzato gli investimenti piu' significativi, sono stati conferiti a iGuzzini, Diasorin (diagnostica in vitro), Salov (distributori di olio di qualita', recentemente acquisita dalla cinese Bright Food) e Risen- Chemtech Group (fotovoltaico).

 

Premi speciali sono andati anche al Politecnico di Milano, universita' piu' attiva nei rapporti con la Cina, e ICBC Europe, come banca- ponte finanziario degli investimenti in Italia. "Ormai da nove anni, i China Awards sono l'occasione per premiare quei successi di aziende italiane che non sempre sono conosciuti al grande pubblico, oltre alle imprese cinesi che con maggiore interesse guardano al nostro Paese", ha detto il presidente della Fondazione Italia-Cina Cesare Romiti. "Il premio e' nato in un momento in cui la Cina appariva piu' una minaccia che un'opportunita'. I casi di successo che scopriamo ogni anno attraverso questo premio ci continuano a sorprendere e sottolineano un'Italia che vince all'estero: queste imprese ci possono insegnare tanto".

 

 

28 novembre 2014

 

@Riproduzione riservata