VIP: VICTORIA BECKHAM SENZA MEGA-NAVE FA 'SCIOPERO DEL SESSO'

VIP: VICTORIA BECKHAM SENZA MEGA-NAVE FA 'SCIOPERO DEL SESSO'

Sciopero del sesso? se Lisistrata, narra Aristofane, lo uso' per mettere fine alla gurra del Peloponneso, ora fa 'tendenza' anche fra i vip e non sempre per motivi particolarmente nobili. E' quanto accaduto qualche  giorno fa, secondo quanto riporta il periodico californiano Hollywood Gossip, proprio in casa Beckham. Il motivo? Victoria, in occasione del suo trentaseiesimo compleanno che cadra' il prossimo 17 aprile, ha chiesto a David di poterlo celebrare a bordo di una lussuosa nave da crociera. Piccolo particolare, non acquistando i seppur carissimi biglietti delle suite, ma pretendendo che venisse acquistata la nave che avrebbe dovuto ospitare anche il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama. Si tratta della 'Fantasia' di MSC, interamente costruita in Italia, alta quanto un edificio di 23 piani, 1.637 cabine per 27.000 mq. di spazi pubblici con teatro, esclusiva area spa, 4 ristoranti e 2 aree buffet, un simulatore di Formula 1 e cinema interattivo 4D, campo da squash con pareti in cristallo, discoteca, oltre a chicchissime boutique, fra cui Bulgari, Baume & Mercier, Prada e D&G. Infine lo Yacht Club: 99 lussuosissime suite a sei stelle con maggiordomo dedicato 24 ore su 24, progettate secondo canoni stilistici al top del made in Italy. Esclusivi anche i servizi offerti nel foyer dedicato: oltre all'area esterna con jacuzzi, i passeggeri vip invitati dalla coppia Beckham potranno usufruire di salotti, libreria e bar notturno.

Ma il costo di tale acquisto e' parso forse eccessivo anche per le tasche miliardarie di una star del calcio internazionale come David Beckham, che, per uscire dall'impasse, ha proposto all'incontentabile mogliettina di acquistare da Roman Abramovich il mirabolante Pelorus, yacht mozzafiato di 115 metri. Victoria non ha voluto sentire ragioni. Secondo i soliti maligni, la capricciosissima Posh sta perpetuando uno sciopero del sesso che dura ormai da tre settimane. Le divergenze tra i due coniugi, si sa, non sono infrequenti e i dissapori toccano sia la sfera professionale che quella familiare della coppia. Ne e' un esempio quello riportato recentemente dal sito francese di informazione Canoe, secondo il quale il desiderio di avere un quarto figlio espresso da David si sia infranto a causa degli impegni della moglie, troppo concentrata sulle sue attivita' per permettersi di pensare a una nuova gravidanza.

I bookmakers accettano gia' scommesse su chi la spuntera'. Victoria e' nota per la sua testardaggine. Una volta al mensile GQ dichiaro': "In un matrimonio a comandare sono le donne: siamo noi che tiriamo le fila di tutto. Lasciare troppo spazio agli uomini puo' essere pericoloso. Per il bene della famiglia e' sempre meglio che a decidere siamo noi".

Agosto 2009



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it