Sclerosi multipla: proteina IL-9 rallenta progressione malattia

(AGI) - Roma, 9 mar. - La proteina IL-9, prodotta da unaparticolare categoria di cellule del sistema immunitario, ilinfociti Th9, agisce direttamente sulle cellule che promuovonol'infiammazione caratteristica della sclerosi multipla. Ascoprirlo e' stato uno studio della Fondazione Santa Lucia,pubblicato sulla rivista Clinical Science. "Abbiamo analizzatola presenza di IL-9 nel liquido cerebrospinale di 107pazienti", ha spiegato Elisabetta Volpe, responsabile delprogetto. "Ne abbiamo seguito il decorso clinico per quattroanni - ha aggiunto - e abbiamo potuto dimostrare che piu' cen'e', piu' lento e' il decorso della malattia e piu' efficacel'uso di

(AGI) - Roma, 9 mar. - La proteina IL-9, prodotta da unaparticolare categoria di cellule del sistema immunitario, ilinfociti Th9, agisce direttamente sulle cellule che promuovonol'infiammazione caratteristica della sclerosi multipla. Ascoprirlo e' stato uno studio della Fondazione Santa Lucia,pubblicato sulla rivista Clinical Science. "Abbiamo analizzatola presenza di IL-9 nel liquido cerebrospinale di 107pazienti", ha spiegato Elisabetta Volpe, responsabile delprogetto. "Ne abbiamo seguito il decorso clinico per quattroanni - ha aggiunto - e abbiamo potuto dimostrare che piu' cen'e', piu' lento e' il decorso della malattia e piu' efficacel'uso di farmaci di prima linea". Lo studio ha permesso anchedi osservare che i linfociti Th9, attraverso la produzionedella proteina IL-9, frenano e inibiscono contemporaneamentel'attivazione di altri linfociti, chiamati Th17, che invecesono in grado di generare la forte infiammazione associata allapatologia. "Dai risultati di questo studio ci aspettiamoimportanti sviluppi nella diagnosi e cura della patologia", hadetto Maria Grazia Grasso, Responsabile del Centro SclerosiMultipla della Fondazione Santa Lucia. "Il dosaggio di IL-9 nelliquido cerebrospinale al momento della diagnosi - ha concluso- ci permettera' di prevedere la responsivita' dei pazienti aifarmaci di prima linea, mentre futuri farmaci in grado dipotenziare la risposta 'buona' della IL-9 potrebbero aumentarel'efficacia di quelli attuali". .