Obesita': mangiare davanti alla tv fa ingrassare

(AGI) - Londra, 4 giu. - Mangiare davanti alla tv o mentre sigioca con lo smartphone ci spingerebbe a mangiare di piu' equindi ad accumulare piu' chili. Questo perche' non sipresterebbe attenzione al cibo e, quando si e' distratti, sitenderebbe a consumare piu' cibo. Lo hanno dimostrato una seriedi esperimenti condotti dalla University of Birmingham (RegnoUnito) e descritti dalla rivista Appetite. Nel primoesperimento 39 giovani donne normopeso sono state divise in tregruppi: uno "ad alta distrazione", un altro "a bassadistrazione" e un gruppo "senza alcuna distrazione". A ognipersona e' stato

(AGI) - Londra, 4 giu. - Mangiare davanti alla tv o mentre sigioca con lo smartphone ci spingerebbe a mangiare di piu' equindi ad accumulare piu' chili. Questo perche' non sipresterebbe attenzione al cibo e, quando si e' distratti, sitenderebbe a consumare piu' cibo. Lo hanno dimostrato una seriedi esperimenti condotti dalla University of Birmingham (RegnoUnito) e descritti dalla rivista Appetite. Nel primoesperimento 39 giovani donne normopeso sono state divise in tregruppi: uno "ad alta distrazione", un altro "a bassadistrazione" e un gruppo "senza alcuna distrazione". A ognipersona e' stato dato lo stesso pranzo per un totale di 400calorie. Nel gruppo "ad alta distrazione", le donne sono stateinvitate a giocare al computer mentre mangiavano. I ricercatorihanno detto loro che in caso di vincita avrebbero guadagnatodei soldi. Nel gruppo "a bassa distrazione", alle donne e'stato detto semplicemente di mangiare mentre giocavano. Ilterzo gruppo ha mangiato e basta. Nel pomeriggio, ogni soggettoha avuto la possibilita' di consumare dei biscotti. Ebbene, iricercatori hanno trovato una differenza significativa nelconsumo di biscotti fra i tre gruppi. Quelli del gruppo "adalta distrazione" hanno mangiato il 69 per cento in piu' dispuntini rispetto al gruppo "senza distrazioni", e il gruppo "abassa distrazione" ha mangiato il 28 per cento in piu' rispettoal terzo gruppo. I ricercatori hanno poi condotto un secondoesperimento molto simile al primo. Solo che questa volta ladistrazione non era un gioco ma la tv. In questo caso coloroche hanno mangiato guardando la tv hanno consumato il 19 percento in piu' di biscotti rispetto a coloro che hanno pranzatosenza distrazioni. In un terzo esperimento la distrazionerappresentava una clip in cui una celebrita' mangiava e isoggetti dovevano immaginare di mangiare con essa. E anche inquesto caso, il gruppo distratto ha mangiato di piu'. "Irisultati suggeriscono che prestare attenzione quando si mangiapuo' essere un bersaglio utile per controllare l'appetito",hanno concluso i ricercatori. (AGI)