Farmaci: ok Ue a nuovo medicinale per rara malattie della pelle

(AGI) - Roma, 8 ott. - La Commissione europea ha approvatoadalimumab, un nuovo trattamento contro l'idrosadenitesuppurativa attiva di grado da moderato a grave nei pazientiadulti che non rispondono adeguatamente al trattamentosistemico convenzionale. Si tratta di una dolorosa malattiainfiammatoria cronica della pelle, che si stima interessi circal'un per cento della popolazione adulta in tutto il mondo. Adannunciarlo e' stato Abbvie, l'azienda biofarmaceutica che loproduce. Adalimumab e' ora il primo e unico farmaco approvatoper l'idrosadenite suppurativa nell'Unione europea. "I pazientiaffetti da idrosadenite suppurativa sperimentano spesso sintomidolorosi e imbarazzanti, che possono avere

(AGI) - Roma, 8 ott. - La Commissione europea ha approvatoadalimumab, un nuovo trattamento contro l'idrosadenitesuppurativa attiva di grado da moderato a grave nei pazientiadulti che non rispondono adeguatamente al trattamentosistemico convenzionale. Si tratta di una dolorosa malattiainfiammatoria cronica della pelle, che si stima interessi circal'un per cento della popolazione adulta in tutto il mondo. Adannunciarlo e' stato Abbvie, l'azienda biofarmaceutica che loproduce. Adalimumab e' ora il primo e unico farmaco approvatoper l'idrosadenite suppurativa nell'Unione europea. "I pazientiaffetti da idrosadenite suppurativa sperimentano spesso sintomidolorosi e imbarazzanti, che possono avere un impatto negativosulle loro vite", ha dichiarato Errol Prens, professore pressol'Erasmus Medical Center. "Humira (il nome commerciale diadalimumab) - ha continuato - e' il primo trattamento approvatoe ben documentato che ha dimostrato di ridurre i sintomidell'idrosadenite suppurativa, incluso il dolore, segnando intal modo un importante progresso nella gestione di questamalattia". In alcune persone l'idrosadenite suppurativa puo'essere progressiva, pertanto e' particolarmente importantediagnosticare precocemente e gestire tempestivamente lamalattia. Questo puo' tuttavia risultare complesso e moltepersone con idrosadenite suppurativa sperimentano un lungoritardo nella diagnosi e nel trattamento. L'autorizzazioneall'immissione in commercio si basa sui risultati di due studiregistrativi di Fase 3, Pioneer I e Pioneer II, a due cicliterapeutici durati 36 settimane e condotti su 633 personeaffette da idrosadenite suppurativa da moderata a grave.Entrambi gli studi hanno dimostrato che i pazienti trattati conHumira hanno ottenuto una maggiore riduzione del numero diascessi e di noduli infiammatori rispetto ai pazienti trattaticon placebo. .