Cervello: per dipendenti da sesso pornografia e' come droga

(AGI) - Washington, 14 lug. - La pornografia innesca nellepersone affette da dipendenza da sesso un'attivita' cerebralesimile a quella che le droghe innescano nel cervello deitossicodipendenti. Queste, in estrema sintesi, le conclusionidi uno studio dell'Universita' di Cambridge, pubblicato sullarivista Plos One. Tuttavia, i ricercatori avvertono che questonon significa necessariamente che la pornografia e' di per se'"coinvolgente". Il consumo eccessivo di pornografia e' unadelle caratteristiche principali individuate in molte personecon comportamento sessuale compulsivo. Nel nuovo studiofinanziato dal Wellcome Trust, i ricercatori hanno esaminatol'attivita' cerebrale in diciannove pazienti di sesso maschile

Cervello: per dipendenti da sesso pornografia e' come droga
(AGI) - Washington, 14 lug. - La pornografia innesca nellepersone affette da dipendenza da sesso un'attivita' cerebralesimile a quella che le droghe innescano nel cervello deitossicodipendenti. Queste, in estrema sintesi, le conclusionidi uno studio dell'Universita' di Cambridge, pubblicato sullarivista Plos One. Tuttavia, i ricercatori avvertono che questonon significa necessariamente che la pornografia e' di per se'"coinvolgente". Il consumo eccessivo di pornografia e' unadelle caratteristiche principali individuate in molte personecon comportamento sessuale compulsivo. Nel nuovo studiofinanziato dal Wellcome Trust, i ricercatori hanno esaminatol'attivita' cerebrale in diciannove pazienti di sesso maschileaffetti da comportamento sessuale compulsivo e li hannoconfrontati con lo stesso numero di volontari sani. I pazientihanno iniziato a consumare pornografia in eta' precoce e inproporzioni maggiori rispetto ai volontari sani. "Nel nostro studio i pazienti erano tutte persone che hannoavuto notevoli difficolta' a controllare il loro comportamentosessuale e questo ha avuto conseguenze significative per loro,che interessano la loro vita e le relazioni", ha spiegatoValerie Voon, una delle autrici dello studio. "In molti modi, iloro comportamenti - ha aggiunto - mostrano analogie con ipazienti tossicodipendenti. Volevamo vedere se questesomiglianze sono riflesse nell'attivita' cerebrale". Aipartecipanti allo studio sono stati mostrati una serie di videobrevi, sia con contenuti sessualmente espliciti che di sport,mentre la loro attivita' cerebrale e' stata monitorata tramitela risonanza magnetica funzionale (fMRI). I ricercatori hannoscoperto che tre regioni, in particolare, erano piu' attive nelcervello delle persone con comportamenti sessuali compulsivirispetto ai volontari sani. Queste regioni - striato ventrale,cingolo dorsale anteriore e amigdala - sono particolarmente"attivate" ??nei tossicodipendenti quando stimolate con droga.I ricercatori hanno anche chiesto ai partecipanti di valutareil livello di desiderio sessuale che sentivano mentreguardavano il video, e il piacere di vedere il video. Ebbene, ipazienti con comportamento sessuale compulsivo hanno mostratoalti livelli di desiderio verso i video sessualmente espliciti,ma non necessariamente li hanno valutati come superiori. Neipazienti, il desiderio è stato anche correlato con interazionipiu' alte tra le regioni. Dr Voon e colleghi hanno anchetrovato una correlazione tra attivita' cerebrale ed eta' - piu'giovane e' il paziente maggiore e' il livello di attivita'nello striato ventrale - in risposta alla pornografia. "Ci sonochiare differenze nell'attivita' cerebrale tra i pazienti chehanno un comportamento sessuale compulsivo e i volontari sani.Queste differenze rispecchiano quelle dei tossicodipendenti",ha detto Voon. "Anche se questi risultati sono interessanti, èimportante notare, tuttavia, che non possono essere usati perdiagnosticare la condizione. Ne' la nostra ricerca forniscenecessariamente la prova che queste persone sono dipendenti dalporno. O che il porno e' intrinsecamente coinvolgente. E'necessaria molta piu' per capire il rapporto tra comportamentosessuale compulsivo e dipendenza da droghe". .