Boateng, "all'Italia manca sempre qualcosa"

(AGI) - Roma, 29 giu. - "Per quanto riguarda i giocatori,avevano tutte le possibilita' ma, poi, manca sempre qualcosa.Quando hanno giocato con l'Inghilterra, ho pensato che ce lapotessero fare, ma manca sempre qualcosa nella squadraitaliana. Perche' possono giocare benissimo e poi farsi battereda una squadra come la Costarica. Possono giocare un calciobellissimo e altre volte non mostrare nulla". E' impietoso ilgiudizio di Kevin Boateng sulla Nazionale di Prandelli,eliminata a sorpresa dal Mondiale brasiliano dopo la fase agironi. "Balotelli? Ha bisogno di tempo, ogni anno e al centrodell'attenzione - ha detto

(AGI) - Roma, 29 giu. - "Per quanto riguarda i giocatori,avevano tutte le possibilita' ma, poi, manca sempre qualcosa.Quando hanno giocato con l'Inghilterra, ho pensato che ce lapotessero fare, ma manca sempre qualcosa nella squadraitaliana. Perche' possono giocare benissimo e poi farsi battereda una squadra come la Costarica. Possono giocare un calciobellissimo e altre volte non mostrare nulla". E' impietoso ilgiudizio di Kevin Boateng sulla Nazionale di Prandelli,eliminata a sorpresa dal Mondiale brasiliano dopo la fase agironi. "Balotelli? Ha bisogno di tempo, ogni anno e al centrodell'attenzione - ha detto nel corso di "Copacabana LiveStudio", su Sky Mondiale 1 HD, l'ex giocatore ghanese delMilan, ora in forza ai tedeschi dello Schalke 04 - L'unica cosache puo' fare per se stesso e' stare bene lontanodall'attenzione mediatica, dai gossip, dai paparazzi econcentrarsi solo sul suo lavoro, gli basterebbequello.Concentrarsi sul gioco e stare lontano dal resto.Perche' avra' sempre gli occhi addosso, ma se lui cerca direstare lontano da questo... Gli ho anche detto di dimenticaretutto e di concentrarsi sul suo lavoro". Il 'Boa' parla anchedi quanto successo prima della partita con il Portagallo, unepisodio che gli e' costato, assieme a Muntari,l'allontanamento dalla formazione africana: "Eravamo in campo estavo scherzando con il mio compagno di squadra Muntari sullapartitella che stavamo giocando. Gli ho chiesto se sarebbestato lui l'arbitro e ci siamo messi a ridere". "L'allenatore(Appiah, ndr) - prosegue - ha pensato stessi parlando di lui oche lo avessi insultato. Ma non era vero. Gli ho detto cheparlavo con Muntari e lui stesso glielo ha confermato.Ma credoche l'allenatore avesse un problema con me e che aspettassesolo un momento come quello per litigare con me, per farmirientrare e non farmi allenare piu'. Ha continuato ad urlare,mi ha insultato davanti a tutti, anche gli altri giocatori lohanno sentito. Questa e' la storia. Niente di piu' e niente dimeno. Credo di essere stato cacciato dalla squadra per averdetto la verita'. E' successo di domenica, nel pomeriggio, e mihanno cacciato giovedi'. Quindi, se avessi fatto qualcosa dicosi' sbagliato, perche' non cacciarmi il lunedi' mattina?Perche' hanno aspettato fino a giovedi'? Credo che sia perche'ci siamo incontrati con la delegazione e il presidente dellaGFA (l'Associazione calcio ghanese, ndr) e io ho parlato per 20minuti durante i quali ho chiesto dove sono finiti i soldi cheprendiamo dalla Fifa. Tutti pensano che facciamo chissa' qualebella vita.Ovviamente siamo tutti onorati di giocare per lanazionale, ma il modo in cui viaggiamo, il modo in cui voliamo,i nostri alberghi... Non credo che spendano i soldi per inostri viaggi. Io voglio semplicemente sapere dalla GFA dove vaa finire il denaro che prendono. Perche' prendono molti soldi.Se vedi le altre squadre... Possono portare la famiglia,possono godersi il Mondiale. Noi non ci siamo divertiti. E'stata una bruttissima esperienza. E' per quello che siamousciti, che abbiamo fatto solo un punto - ha concluso Boateng -era impossibile fare bene e io parlo per tutti i giocatori".(AGI)