ROMA FILM FEST: ITALIA 150, UNA MOSTRA ALL'AUDITORIUM

(AGI) - Roma, 24 ott. - Roma Capitale e il festivalinternazionale del film non possono non celebrare i 150dell'unita' d'Italia. All'Auditorium sara' ospitata la mostra"Viva l'Italia! Il Risorgimento sul set": dal Risorgimentotrionfante ed epico del blasettiano '1860' (1934) a quelloproblematico e denso di interrogativi di 'Noi credevamo' diMario Martone (2010). Si muove tra questi due poli la mostrafotografica "Viva l'Italia! Il Risorgimento sul set",realizzata per il Festival Internazionale del Film di Roma inoccasione del 150esimo dell'Unita' d'Italia. La mostra,prendendo a prestito il titolo del film di Roberto Rossellini,presenta alcuni

(AGI) - Roma, 24 ott. - Roma Capitale e il festivalinternazionale del film non possono non celebrare i 150dell'unita' d'Italia. All'Auditorium sara' ospitata la mostra"Viva l'Italia! Il Risorgimento sul set": dal Risorgimentotrionfante ed epico del blasettiano '1860' (1934) a quelloproblematico e denso di interrogativi di 'Noi credevamo' diMario Martone (2010). Si muove tra questi due poli la mostrafotografica "Viva l'Italia! Il Risorgimento sul set",realizzata per il Festival Internazionale del Film di Roma inoccasione del 150esimo dell'Unita' d'Italia. La mostra,prendendo a prestito il titolo del film di Roberto Rossellini,presenta alcuni degli esempi attraverso i quali il cinemaitaliano si e' confrontato con il periodo e i personaggirisorgimentali, in un affascinante e contraddittorio intrecciotra storia e romanzo. Non si tratta di una galleria esaustiva -tante le immagini di titoli, anche importanti, rimaste escluseper varie ragioni - ma di un viaggio significativo attraversoil cinema che, utilizzando sia foto di scena che scatti fuoriscena, intercetta film dal forte intento celebrativo (oltre aViva l'Italia anche Camicie rosse di Alessandrini), altri piu'dimessi, legati a episodi minori (La pattuglia sperduta), epellicole in cui le vicende storiche sono ripercorse assumendole forme del melodramma (Luchino Visconti) o della commedia(Luigi Magni). Questo mischiare alto e basso, popolare earistocratico, caratteristico del periodo preso in esame, vieneevidenziato anche nell'accostamento delle diverse immaginifotografiche, di cui sono protagonisti, di volta in volta, siagrandi star del nostro cinema sia anonime comparse. Le fotosono state acquisite da: Archivio Storico del Cinema/AFE(Roma), Franco Bellomo, Centro Cinema Citta' di Cesena,Cineteca di Bologna, Museo nazionale del Cinema (Torino),Reporters Associati (Roma). .