ITALIA 150: MUTI, NON SONO UN POLITICO MA ITALIA E' UNA

(AGI) - Roma, 21 mar. - "Io non voglio fare politica, amalapena so leggere quattro note, ma quando sono fuoridall'Italia non penso che Tiziano e' nato lassu' e Antonello daMessina e' nato laggiu', penso che erano italiani e basta". Cosi' Riccardo Muti, dopo aver diretto l'orchestradell'Operadi Roma che ha suonato brani del Nabucco a Montecitorio, si e'rivolto alla platea di rappresentanti delle istituzioni esemplici cittadini che gremivano l'emiciclo. "Io sono cresciuto in Puglia - ha aggiunto Muti - e misento profondamente italiano e penso che l'Italia sia quella diPuccini, di Verdi,

(AGI) - Roma, 21 mar. - "Io non voglio fare politica, amalapena so leggere quattro note, ma quando sono fuoridall'Italia non penso che Tiziano e' nato lassu' e Antonello daMessina e' nato laggiu', penso che erano italiani e basta". Cosi' Riccardo Muti, dopo aver diretto l'orchestradell'Operadi Roma che ha suonato brani del Nabucco a Montecitorio, si e'rivolto alla platea di rappresentanti delle istituzioni esemplici cittadini che gremivano l'emiciclo. "Io sono cresciuto in Puglia - ha aggiunto Muti - e misento profondamente italiano e penso che l'Italia sia quella diPuccini, di Verdi, di Antonello da Messina e di Tiziano. Equando sono fuori non penso che uno e' nato lassu' e l'altrolaggiu', penso che sono due italiani e basta...". (AGI) Nic