ITALIA 150: CENTRO STORICO FIAT RACCONTA A PUBBLICO STORIA AZIENDA

(AGI) - Torino, 11 feb. - Riaprira' al pubblico, in occasionedelle celebrazioni dei 150 anni dell'Unita' d'Italia, il CentroStorico Fiat, che racconta le origini ed alcuni momentiprincipali dell'Azienda torinese. Inaugurato nel 1963, ilCentro Storico Fiat ha sede in un edificio, che fu il primoampliamento(1907) delle officine di Corso Dante, dove nacquel'azienda. E negli anni e' stato sede di numerosi momentiimportanti della storia della Fiat, a partire dal 4 maggio1966, quando Vittorio Valletta firmo' l'accordo con l'Urss, cheporto' alla costruzione di Togliattigrad. Il Centro Storico,che sara' aperto al pubblico, la domenica,

(AGI) - Torino, 11 feb. - Riaprira' al pubblico, in occasionedelle celebrazioni dei 150 anni dell'Unita' d'Italia, il CentroStorico Fiat, che racconta le origini ed alcuni momentiprincipali dell'Azienda torinese. Inaugurato nel 1963, ilCentro Storico Fiat ha sede in un edificio, che fu il primoampliamento(1907) delle officine di Corso Dante, dove nacquel'azienda. E negli anni e' stato sede di numerosi momentiimportanti della storia della Fiat, a partire dal 4 maggio1966, quando Vittorio Valletta firmo' l'accordo con l'Urss, cheporto' alla costruzione di Togliattigrad. Il Centro Storico,che sara' aperto al pubblico, la domenica, il lunedi' ed ilmartedi', dal 13 febbraio al 27 novembre, propone unacollezione di automobili, cimeli, modellini e manifestipubblicitari di artisti, che copre l'intera storiadell'Azienda. Inoltre, il percorso di visita, che presentaanche oggetti come navi, biciclette, frigoriferi e lavatrici'targati'Fiat, ricostruisce alcuni degli stabilimenti-simbolo,a partire dalla prima officina di Corso Dante, al Lingotto. Alpubblico il museo presentera' poi i nuovi spazi per laconservazione e la consultazione dell'Archivio Storicoampliati, con la ristrutturazione appena ultimata, da circa2330 metri lineari a 9.440, per un totale di materiale raccoltoin unico luogo di 5000 tra volumi e riviste, di automobilismo estoria industriale, 300.000 disegni tecnici e piu' di 6 milionidi immagini, tra stampe, diacolor, lastre e negativi, oltre a200 ore di filmati storici digitalizzate. Nel corso del periododi riapertura al pubblico, sara' anche allestita la mostra"Immagini dell'Archivio Fiat 1980-2010", che, in 40 fotografie,selezionate e curate da Niccolo' Biddau, propone immagini dellafotografia industriale. (AGI)Chc