I KIWI ITALIANI ARRIVANO IN AUSTRALIA

(VELINO) Roma, 27 Feb - Accordo tra la Kiwiny Green di Giaveradel Montello, in provincia di Treviso, e il Premier FruitsGroup di Melbourne. L'intesa fara' si' che negli scaffaliaustraliani saranno presto a disposizione dei consumatori ikiwi coltivati in Veneto. La prima consegna di frutti e'avvenuta alla presenza del console generale d'Italia aMelbourne, Marco Maria Cerbo, che ha favorito la creazione delcontatto tra l'azienda del nostro Paese e quella australiana.Il Premier Fruit Group, peraltro, e' guidato da un imprenditoreorgoglioso delle proprie origini italiane ed abruzzesi: sitratta di Anthony Di Pietro, che

(VELINO) Roma, 27 Feb - Accordo tra la Kiwiny Green di Giaveradel Montello, in provincia di Treviso, e il Premier FruitsGroup di Melbourne. L'intesa fara' si' che negli scaffaliaustraliani saranno presto a disposizione dei consumatori ikiwi coltivati in Veneto. La prima consegna di frutti e'avvenuta alla presenza del console generale d'Italia aMelbourne, Marco Maria Cerbo, che ha favorito la creazione delcontatto tra l'azienda del nostro Paese e quella australiana.Il Premier Fruit Group, peraltro, e' guidato da un imprenditoreorgoglioso delle proprie origini italiane ed abruzzesi: sitratta di Anthony Di Pietro, che e' anche presidente dellasquadra di calcio di Melbourne, il Victory, attualmente alsecondo posto dell'A-League. L'operazione intende sfruttare ledifferenti coltivazioni stagionali nei due Paesi: i kiwitrevigiani, infatti, saranno commercializzati nei periodi incui questi frutti non crescono nell'emisfero australe. Iprodotti di Kiwiny sono di alta qualita' e biologici, grazieall'esperienza di un'azienda attiva sin dagli anni Settanta:sicuramente incontreranno il favore dei consumatori diMelbourne. "Si puo' affermare che l'attivita' di promozionedelle relazioni commerciali abbia, letteralmente, portatoottimi frutti - ha affermato Cerbo -. Lasciando da parte igiochi di parole, vorrei sottolineare che quella di oggi e' unagiornata significativa: perche' dimostra che per le aziendeitaliane quello australiano puo' essere uno sbocco importante eperche' conferma che le istituzioni possono giocare un ruolochiave nel creare flussi commerciali". vel.