WEC 2010: BANCA AFRICANA SVILUPPO, VINCERE 'SFIDA' ENERGIA

(AGI) - Roma, 24 ago. - La Banca Africana di Sviluppo (AfDB)spieghera' le sfide del settore energetico africano al WorldEnergy Congress (WEC), che si terra' a Montreal, in Canada, il12-16 settembre prossimi. La produzione di energia in Africa e' di circa il 9,5%della produzione totale del mondo, tra cui il 12,1% dellaproduzione di greggio del mondo, il 6,6% della produzione digas naturale; 4,7% di carbon fossile del mondo, e il 3,1% dienergia idroelettrica. "L'accesso all'offerta energetica e' unapriorita' per l'Africa", ha detto Hela Cheikhrouhou, AfDBdirettore per l'energia dell'AfDB. "Ampi segmenti della

(AGI) - Roma, 24 ago. - La Banca Africana di Sviluppo (AfDB)spieghera' le sfide del settore energetico africano al WorldEnergy Congress (WEC), che si terra' a Montreal, in Canada, il12-16 settembre prossimi. La produzione di energia in Africa e' di circa il 9,5%della produzione totale del mondo, tra cui il 12,1% dellaproduzione di greggio del mondo, il 6,6% della produzione digas naturale; 4,7% di carbon fossile del mondo, e il 3,1% dienergia idroelettrica. "L'accesso all'offerta energetica e' unapriorita' per l'Africa", ha detto Hela Cheikhrouhou, AfDBdirettore per l'energia dell'AfDB. "Ampi segmenti dellapopolazione del continente, in particolare nell'Africasub-sahariana e nelle aree rurali dei paesi a medio reddito,vivono in condizioni di acuta 'poverta' energetica'. Ma l'Africa non ha solo il problema dell'approvvigionamentoenergetico drammaticamente insufficiente, deve anche fare iconti con le conseguenze del cambiamento climatico che, invaset aree del continente africano, possono essere tragiche. Seun miliardo di persone, in Africa, consuma la minor quantita'di energia pro-capite, spesso queste stesse persone sonotestimoni e spesso vittime di condizioni meteorologicheestreme: caldo, siccita', piogge torrenziali, cicloni,inondazioni, le fluttuazioni estreme di portata dei fiumi e deilivelli dell'acqua dei laghi. Il cambiamento climatico e'emerso come una sfida importante per l'Africa nel 21esimosecolo. Il continente ha tuttavia una serie di opzioni per losviluppo dell'energia pulita con un potenziale enorme. Per ilMinistro dell'Energia del Kenya, Kiraitu Murungi, i Paesiafricani, in particolare a sud del Sahara, hanno bisogno diutilizzare maggiormente le loro grandi potenzialita' in granparte non sfruttate di energia rinnovabili, soprattuttoidroelettrica, energia geotermica, solare ed eolica, e un piu'efficiente utilizzo della biomassa. (AGI)Red