Wcc, McGraw "formazione contro disoccupazione giovani"

(AGI) - Torino, 10 giu. - Per contrastare le spinteprotezioniste derivanti dalla crisi economica e occupazionalenella quale ancora versano numerose economie sviluppate,aziende e governi devono lavorare insieme per costruire uncontesto economico che attragga le imprese e puntare sullaformazione per abbattere l'emergenza della disoccupazionegiovanile. Lo ha dichiarato il presidente dell'InternationalChamber of Commerce (Icc), Harold McGraw III, intervistatodall'AGI durante i lavori del World Chambers Congress in corsoa Torino. "In situazioni di crisi la prima tendenza e' ilprotezionismo perche', quando le cose non funzionano, i governilocali vogliono prendere il controllo della situazione

(AGI) - Torino, 10 giu. - Per contrastare le spinteprotezioniste derivanti dalla crisi economica e occupazionalenella quale ancora versano numerose economie sviluppate,aziende e governi devono lavorare insieme per costruire uncontesto economico che attragga le imprese e puntare sullaformazione per abbattere l'emergenza della disoccupazionegiovanile. Lo ha dichiarato il presidente dell'InternationalChamber of Commerce (Icc), Harold McGraw III, intervistatodall'AGI durante i lavori del World Chambers Congress in corsoa Torino. "In situazioni di crisi la prima tendenza e' ilprotezionismo perche', quando le cose non funzionano, i governilocali vogliono prendere il controllo della situazione perrestare in piedi", riflette McGraw, "imprese e governi devonoquindi lavorare insieme per comprendere quali siano lepolitiche piu' adatte per incoraggiare l'attivita'imprenditoriale e gli investimenti, in termini fiscali,normativi e cosi' via". Secondo McGraw l'elevatadisoccupazione giovanile che si registra in numerose economieindustrializzate e' legata alla "transizione da un'economiamanifatturiera a una basata dei servizi, che ora nei Paesisviluppati costituiscono un settore piu' vasto dell'industria"anche perche' con la crescente automazione dei processiindustriali "determinati lavori vengono eseguiti a costi sempreminori e con sempre meno manodopera. "I servizi sono veloci, leabilita' richieste da questo comparto mutano molto velocemente,per questo il G20 ha fissato tra le principali priorita' laformazione e il capitale umano", ha detto ancora il presidentedell'Icc, "bisogna mettere in condizione i giovani di potertrovare spazio in questa transizione altrimenti ladisoccupazione giovanile crescera' sempre di piu'"."Abbracciare il cambiamento e' sempre duro e doloroso", haconcluso McGraw, "quando si passa a un sistema economicocompletamente diverso di solito si ha sempre crescita piu'bassa, aumento della disoccupazione e meno prosperita', leaziende devono dimostrarsi molto brave a formare i giovani".(AGI)