Forum Comunicazione: e' momento degli eventi, purche' emozionali

(AGI) - Roma, 4 giu. - Nell'anno in cui l'Italia ospita unodegli eventi piu' importanti e celebrati - l'Expo di Milano - aRoma ci si interroga su come debba mutare l'organizzazione dioccasioni piu' o meno globali per attrarre pubblico, masoprattutto lasciare una traccia. Accade al Forum dellaComunicazione che nella sua seconda giornata di lavori aCinecitta' ha in 'emozione' la sua parola chiave. Tutti imaggiori brand sono consapevoli della necessita' di tener contodel cambio generazionale e di quello che ci si aspetta da unevento in un'epoca in cui la resa economica deve

(AGI) - Roma, 4 giu. - Nell'anno in cui l'Italia ospita unodegli eventi piu' importanti e celebrati - l'Expo di Milano - aRoma ci si interroga su come debba mutare l'organizzazione dioccasioni piu' o meno globali per attrarre pubblico, masoprattutto lasciare una traccia. Accade al Forum dellaComunicazione che nella sua seconda giornata di lavori aCinecitta' ha in 'emozione' la sua parola chiave. Tutti imaggiori brand sono consapevoli della necessita' di tener contodel cambio generazionale e di quello che ci si aspetta da unevento in un'epoca in cui la resa economica deve esseremassimizzata. "Gli eventi permettono di ingaggiare inconsumatore in un rapporto uno a uno" dice Fabrizio Nucifora,direttore marketing di Coca Cola, "Elaboriamo un concetto e lotrasformiamo in esperienza fisica. Il coinvolgimento degliinfluencer nei social media e' preponderante, ma il fulcro e'nell'entrare nel mondo delle emozioni personalizzandol'esperienza con il brand". Un brand che porta con se' valori diversi: familiare, comenel caso della Coca Cola; legato al lusso come nel caso delleauto per le elite. "Il lusso negli ultimi cinque anni e'cambiato profondamente" dice Cesare Salvini, direttoremarketing di Mercedes Benz Italia, "dieci anni fa eraostentazione, oggi ostentare e' controproducente dal punto divista fiscale ed e' condannato dal punto di vista etico. Illusso non e' piu' cio' che si possiede, ma l'esperienza e leemozioni che posso provare, e che sia un'esperienza esclusivanon perche' me la posso permettere, ma perche' e' statadisegnata per me. L'evento deve essere creato intorno alcliente, non intorno al prodotto". Questo e' la convinzione diLuca Tonelli, amministratore delegato di Ventana Group, " e' ilmomento migliore per il mondo degli eventi. Gli eventiinternazionali sono quasi sempre divertenti e l'entusiasmo e'una leva importante. Grazie al sistema dei network questoentusiasmo diventa virale e influisce positivamente sullareputazione di chi quell'evento lo ha voluto". Secondo MarioBuscema, presidente di Federcongressi, biosogna tenere conto dicome e' cambiata la tipologia dei partecipanti agli eventi."Sempre piu' vediamo giovani della generazione digitale" dice,"e questo immancabilmente comporta un cambiamento importantedella progettazione dell'evento che diventa sempre meno momentodi solo incontro conoscitivo e sempre piu' esperienziale edemozionale. Questo comporta il coinvolgimento di unamolteplicita' di professioni e la tendenza e' che tutti fannotutto, una tendenza che e' miope contrastare: bisogna cavalcarel'idea e stimolare le aziende a essere multiprofessionali".(AGI).