'LA SCUOLA E' FINITA', LO PSICODRAMMA DI JALONGO

(AGI) - Roma, 29 ott. - 'La scuola e' finita' di ValerioJalongo, primo film italiano in concorso, stasera sara'presentato al pubblico alle 19,30. L'opera prima del registacresciuto professionalmente negli States e' uno psicodrammaambientato in scuola di periferia. Si alternano personaggimolto caratterizzati (e realistici): studenti e professori. Iprimi sono svogliati, amanti delle droghe e della musica hardrock, irriverenti e maleducati. Frequentano l'IstitutoPestalozzi di Roma, una scuola pubblica come tante, dove alunnie professori condividono la stessa noia e lo stesso sfinimento.I loro insegnanti sono disillusi quanto gli studenti, ma due diloro

'LA SCUOLA E' FINITA', LO PSICODRAMMA DI JALONGO

(AGI) - Roma, 29 ott. - 'La scuola e' finita' di ValerioJalongo, primo film italiano in concorso, stasera sara'presentato al pubblico alle 19,30. L'opera prima del registacresciuto professionalmente negli States e' uno psicodrammaambientato in scuola di periferia. Si alternano personaggimolto caratterizzati (e realistici): studenti e professori. Iprimi sono svogliati, amanti delle droghe e della musica hardrock, irriverenti e maleducati. Frequentano l'IstitutoPestalozzi di Roma, una scuola pubblica come tante, dove alunnie professori condividono la stessa noia e lo stesso sfinimento.I loro insegnanti sono disillusi quanto gli studenti, ma due diloro trovano la forza di impegnarsi per aiutare un giovane,Alex Donadei (Fulvio Forti), con molti problemi con la droga(che vende e consuma). Il ragazzo e' il 'rifornitore' dipasticche della scuola percio' e' molto popolare tra i ragazzima poco amato di docenti. Fa eccezione la professoressa DariaQuarenghi (Valeria Golino), che col suo centro d'ascolto e'impegnata in un solitario tentativo di recupero del ragazzo, eil professor Talarico (Vincenzo Amato), marito in fase diseparazione consensuale della Quarenghi. I due si impegnano,mantenendo una situazione di conflitto e di amore non finito,di salvare uno come Alex, che non ha mai amato la scuola e chevive una situazione familiare difficilissima: la madre ha unuomo che Alex odia, mentre il padre sembra sia emigrato inAustralia (anche se la realta' e' ben piu' triste edeprimente). Alla fine di questo dramma girato bene e scrittocon garbo e intelligenza (la sceneggiatura e' di DanieleLuchetti e Francesca Marciano) tutti saranno 'bocciati',dall'istituto o dalla vita. Uno degli elementi portanti delfilm e' la musica. Non a caso Jalongo si e' affidato a uno deicantanti piu' popolare tra i giovani, Francesco Sarcina, leaderde 'Le Vibrazioni'. Il gruppo rock milanese, inoltre, esegue lacanzone 'Va Cosi'' in una delle scene clou del film. (AGI)



Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a dir@agi.it