Tennis: Federer "con Wawrinka siamo amici, non nemici"

(AGI) - Lille, 18 nov. - "Non sto abbastanza bene da essere ingrado di allenarmi. Mi sarei aspettato di essere piu' veloce.Vaun po' meglio di domenica e lunedi. Si procede per piccolipassi. Ma mi fido. Infine, spero di giocare. Se sono venutoquie' per questo. Per fortuna i miei amici sono li', e questomi permette di stare bene mentalmente, di essere positivo".Cosi' Roger Federer su L'Equipe parla del suo stato di formadopo il problema alla schiena che non gli ha permesso discendere in campo domenica pomeriggio nella finale del Mastersdi tennis contro

(AGI) - Lille, 18 nov. - "Non sto abbastanza bene da essere ingrado di allenarmi. Mi sarei aspettato di essere piu' veloce.Vaun po' meglio di domenica e lunedi. Si procede per piccolipassi. Ma mi fido. Infine, spero di giocare. Se sono venutoquie' per questo. Per fortuna i miei amici sono li', e questomi permette di stare bene mentalmente, di essere positivo".Cosi' Roger Federer su L'Equipe parla del suo stato di formadopo il problema alla schiena che non gli ha permesso discendere in campo domenica pomeriggio nella finale del Mastersdi tennis contro Novak Djokovic. Il tennista svizzero non e' laprima volta che ha avuto problemi alla schiena. "Si puo' direche ho un sacco di esperienza. Ne ho avuti di piu' seri, menograve. Non sto bene, altrimenti avrei giocato la finale delMasters. Ma era troppo grave" afferma Federer che spera dipoter giocare la finale di Coppa Davis dal prossimo venerdi'contro la Francia, per mettere in bacheca la celebre"insalatiera" l'unico trofeo che manca nel suo palmares."Staremo a vedere. Io sono per natura piuttosto positivo,quindi ... Ma non ho ancora giocato. Cammino un po', mi siedo.Faccio i miei trattamenti e aspetto che gli altri tornino inhotel" racconta il 33enne campione elvetico che poi minimizzasullo screzio con Wawrinka dopo la loro semifinale alle ATPFinals di Londra. "Non ero sullo stesso lato del campo. Erolontano, in effetti. E c'era un sacco di rumore al momento delgioco. Ma ne abbiamo parlato insieme e siamo totalmenterilassati. E' abbastanza grande. Si e' parlato tanto di questo,ma siamo amici, non nemici. Io in realta' non so perche' siparla cosi' tanto. Per me, francamente questo non e' un 'grossoproblema'. Avrei preferito che Stan vincesse la semifinale(dice sorridendo). Anche se e' diventata una partita storica,non neavremmo parlato di nuovo, non ci sarebbe stata tuttaquesta situazione ... Qui ci siamo rilassati, abbiamo contattiper tutto il giorno. Ci vogliamo divertire insieme". (AGI).