Riforme: Renzi, puntiamo al referendum finale

(AGI) - Roma, 8 mar. - "Riforme costituzionali. Superare ilbicameralismo paritario, ridurre i poteri delle regioni esemplificare il rapporto tra centro e autonomie, eliminare glienti inutili. Ci siamo. Martedi' andiamo alla camera con ilvoto finale della seconda lettura. Puntiamo al referendumfinale (perche' per noi decidono i cittadini, con buona pace dichi ci accusa di atteggiamento autoritario: la sovranita'appartiene al popolo e sara' il popolo a decidere se la nostrariforma va bene o no. Il popolo, nessun altro, dira' se iparlamentari hanno fatto un buon lavoro o no)". Lo scriveMatteo Renzi

(AGI) - Roma, 8 mar. - "Riforme costituzionali. Superare ilbicameralismo paritario, ridurre i poteri delle regioni esemplificare il rapporto tra centro e autonomie, eliminare glienti inutili. Ci siamo. Martedi' andiamo alla camera con ilvoto finale della seconda lettura. Puntiamo al referendumfinale (perche' per noi decidono i cittadini, con buona pace dichi ci accusa di atteggiamento autoritario: la sovranita'appartiene al popolo e sara' il popolo a decidere se la nostrariforma va bene o no. Il popolo, nessun altro, dira' se iparlamentari hanno fatto un buon lavoro o no)". Lo scriveMatteo Renzi nella sua newsletter. "Se possiamo portare questoprimo carnet di risultati, ancora per me non sufficiente macerto superiore rispetto anche alle mie aspettative, il meritonon e' mio. E non e' nemmeno della squadra che mi aiuta.Lasciate che lo dica chiaro, per la prima volta: tutto ilmerito di questo lavoro e' del 41% delle elezioni europee",scrive Matteo Renzi nella sua newsletter. Il successo "ci ha dato una forza straordinaria ovunque. Cela da' in Europa dove siamo il partito piu' votato. Ce la da'in Italia in Parlamento. Ce la da' dentro il nostro partito,non come forma di ricatto ma come richiamo alla responsabilita'(dobbiamo discutere e farci carico delle ragioni di tutti,anche di chi non ha la maggioranza, ma nessuno puo' permettersidi fermare il cambiamento che gli italiani ci hanno chiesto).Il 41% inchioda il PD a una grandissima responsabilita':rispondere agli italiani che vogliono tornare a sperare. E see' vero che molto e' stato fatto, diciamo la verita': il megliodeve ancora venire. E arrivera'", aggiunge. .