Mose: Galan, travolto da uragano ma io non ho colpe

(AGI) - Roma, 23 giu. - "Mi viene da dire finalmente, perche'dopo 20 giorni posso finalmente parlare. Per rispetto dellamagistratura non ho parlato prima, perche' volevo che imagistrati mi ascoltassero e volevo che fossero i primi afarlo. Non hanno voluto farlo e ora io sono qui, perche' inquesto frattempo sono state scritte tutte le peggiori infamiesul sottoscritto, sono stato investito da un ciclonegiudiziario, umano e mediatico che mai avrei pensato, ancheperche' non ho le colpe che mi vengono attribuite dai miei treaccusatori". Lo afferma Giancarlo Galan (FI).

(AGI) - Roma, 23 giu. - "Mi viene da dire finalmente, perche'dopo 20 giorni posso finalmente parlare. Per rispetto dellamagistratura non ho parlato prima, perche' volevo che imagistrati mi ascoltassero e volevo che fossero i primi afarlo. Non hanno voluto farlo e ora io sono qui, perche' inquesto frattempo sono state scritte tutte le peggiori infamiesul sottoscritto, sono stato investito da un ciclonegiudiziario, umano e mediatico che mai avrei pensato, ancheperche' non ho le colpe che mi vengono attribuite dai miei treaccusatori". Lo afferma Giancarlo Galan (FI).