Sud Sudan: Amref, autocisterna esplode, 176 morti e 90 feriti

(AGI) - Roma, 18 set. - E' salito a 176 il numero dei mortinell'esplosione di un'autobotte nella cittadina di Maridi, inSud Sudan. Lo riferiscono gli operatori Amref presenti sulposto per fornire assistenza medica, che parlano anche di 90feriti. I membri dello staff di Amref Health Africa riferisconoinoltre maggiori dettagli sulla dinamica dell'incidente.Sembrerebbe che l'autobotte, carica di 31.000 litri di benzina,si sia ribaltata attorno alle 13 di ieri a causa del mantostradale dissestato. L'incidente, tuttavia, non avrebbeprovocato immediatamente alcuna fuoriuscita di carburante.L'autista si sarebbe dunque immediatamente attivato perrichiedere l'intervento delle

(AGI) - Roma, 18 set. - E' salito a 176 il numero dei mortinell'esplosione di un'autobotte nella cittadina di Maridi, inSud Sudan. Lo riferiscono gli operatori Amref presenti sulposto per fornire assistenza medica, che parlano anche di 90feriti. I membri dello staff di Amref Health Africa riferisconoinoltre maggiori dettagli sulla dinamica dell'incidente.Sembrerebbe che l'autobotte, carica di 31.000 litri di benzina,si sia ribaltata attorno alle 13 di ieri a causa del mantostradale dissestato. L'incidente, tuttavia, non avrebbeprovocato immediatamente alcuna fuoriuscita di carburante.L'autista si sarebbe dunque immediatamente attivato perrichiedere l'intervento delle autorita' e della polizia, alfine di sorvegliare il camion. Una volta giunti sul posto,pero', gli ufficiali di polizia si sarebbero trovati di fronteall'assalto del mezzo da parte della popolazione locale,intenta a saccheggiare la benzina. All'improvviso sarebbe poidivampato l'incendio, le cui cause precise sono ancora dadefinire. Il coordinamento e la gestione dell'emergenza e'stato affidato a un team ad hoc, nominato dal direttoresanitario della Contea, di cui fa parte anche Amref HealthAfrica. A questa organizzazione e' stato in particolareaffidato l'approvvigionamento di medicinali nonche'l'assistenza medica ai feriti. L'ufficio Amref di Juba,capitale del Sud Sudan, e' gia' impegnato nel controllo dellostock di medicinali disponibili e e' in coordinamento conMaridi e altri partner per il loro trasporto. (AGI)Eli