Italia-Algeria: Sellal, consolidare partenariato strategico

(AGI) - Algeri, 16 set. - Il primo ministro algerinoAbdelmalek Sellal accoglie con favore l'evoluzione deiprogetti economici con l'Italia dopo aver ricevuto ieri ilministro italiano dello Sviluppo economico, Federica Guidi. Lo riferisce una nota della presidenza del Consiglioalgerina. Nel corso dei colloqui sono state discusse diversequestioni importanti, tra cui le piu' recenti misureadottate dai paesi dei due governi per facilitare gliinvestimenti bilaterali. Alla riunione ha partecipato ancheil ministro dell'Industria e delle Miniere, AbdessalamBouchouareb. Il premier Sellal ha convenuto sulla necessita'di consolidare il partenariato strategico algerino-italianoavviato nel corso nel terzo

(AGI) - Algeri, 16 set. - Il primo ministro algerinoAbdelmalek Sellal accoglie con favore l'evoluzione deiprogetti economici con l'Italia dopo aver ricevuto ieri ilministro italiano dello Sviluppo economico, Federica Guidi. Lo riferisce una nota della presidenza del Consiglioalgerina. Nel corso dei colloqui sono state discusse diversequestioni importanti, tra cui le piu' recenti misureadottate dai paesi dei due governi per facilitare gliinvestimenti bilaterali. Alla riunione ha partecipato ancheil ministro dell'Industria e delle Miniere, AbdessalamBouchouareb. Il premier Sellal ha convenuto sulla necessita'di consolidare il partenariato strategico algerino-italianoavviato nel corso nel terzo vertice intergovernativo tenutolo scorso maggio. Durante il vertice di Villa Madamadel 27 maggio scorso, il premier Renzi aveva individuato tresettori chiave delle relazioni economiche tra i due paesi:energia, infrastrutture e cooperazione industriale. L'Algeriae' per altro il primo mercato di destinazione delle merciitaliane in Africa. Le autorita' algerine puntano molto sullosviluppo di un tessuto industriale in grado di ridurre ladipendenza dalle importazioni. Sebbene esistano alcunecondizioni di rigidita' per gli investimenti stranieri (adesempio la regola del 51/49), sempre piu' imprese europeedimostrano di sapersi adattare a tale contesto, scommettendosul vasto mercato dell'Algeria (oltre 40 milioni di abitanti),sul basso costo della manodopera e dell'energia, e sullastabilita' del paese. Secondo gli ultimi dati del Centronazionale algerino per le statistiche, l'Italia si e'confermata nel primo semestre 2015 come primo clientedell'Algeria con un ammontare totale di 3,30 miliardi didollari, malgrado una diminuzione del 19,58 per cento rispettoal primo semestre del 2014. Gli idrocarburi continuano arappresentare la quasi totalita' delle esportazioni versol'Italia con 3,23 miliardi di dollari. L'amministratoredelegato di Snam Rete Gas, Carlo Malacarne, ha recentementeconfermato che le importazioni di gas algerino hanno visto uncalo del 60 per cento nel 2014. L'Algeria resta comunque unpartner strategico fondamentale e un riferimento essenziale pergarantire la diversificazione e la sicurezza degliapprovvigionamenti energetici dell'Italia e dell'Europa. (AGI).