Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie: COOKIE POLICY.

A che punto è la Conferenza sul Futuro dell'Europa

I cittadini hanno presentato oltre 170 raccomandazioni e la plenaria le sta analizzando ma la guerra in Ucraina ha un impatto anche sul dibattiito per l'avvenire dell'Unione

 European Union 2022 - Source : EP

AGI - La maratona della Conferenza sul futuro dell’Europa è entrata negli ultimi chilometri prima del traguardo del 9 maggio, Festa dell’Europa. Dopo che i panel dei cittadini estratti a sorte hanno selezionato e votato le idee provenienti dalla piattaforma online, dagli eventi nei territori e dai gruppi di lavoro, si è passati alla fase della discussione in plenaria delle raccomandazioni. A questo passaggio seguirà la ‘conversione’ delle idee nelle proposte che faranno parte della relazione finale. 

I cittadini dei quattro panel hanno finora presentato 177 raccomandazioni a cui si aggiungono le altre centinaia presentata dalla piattaforma e dai vari Panel nazionali. 

La plenaria della Cofoe, questo mese, ha analizzato e discusso le proposte in materia di politiche per i giovani, educazione e cultura e sul ruolo dell’Unione europea nel mondo. “Alla luce dell’aggressione russa dell’Ucraina diversi cittadini hanno chiesto di rimettere mano alle raccomandazioni per tenere conto degli ultimi eventi”, ha spiegato un funzionario Ue. “E questo è esattamente il compito della plenaria: un’opportunità per prendere le raccomandazioni e discuterle con i vari membri della plenaria” che mette assieme delegazioni di cittadini in rappresentanza dei panel, eurodeputati, parlamentari nazionali, rappresentanti degli enti locali e delle parti sociali. “Ma anche - ha aggiunto il funzionario Ue - fare il punto su ulteriori considerazioni e riflessioni ispirate da ciò che sta succedendo”.  

Questo processo di adattamento “vale per tutti gli argomenti” trattati dalla Cofoe, ma nel caso dei temi del quarto panel dei cittadini, quello dedicato al ruolo dell’Ue nel mondo e alle politiche sulla migrazione, “si è verificata una drammatica serie di eventi che ha un impatto su come le raccomandazioni verranno ‘tradotte’ in proposte”, ha precisato la fonte Ue. “Nelle prossime settimane, sia nelle plenarie che nei gruppi di lavoro, ci dedicheremo a questo processo” di trasformazione delle idee in proposte “sui diversi argomenti”.

Il calendario degli appuntamenti prevede la presentazione delle proposte delle plenaria l'8 e 9 aprile e potrebbe seguire un secondo meeting, ancora da confermare. E' confermata invece l'appuntamento del 29-30 aprile, sempre per l'adozione delle proposte della plenaria.  Il 9 maggio il comitato esecutivo presenterà le proposte finali ai presidenti delle Istituzioni

Vai all'articolo