Migranti in condizioni disumane nei capannoni di Ragusa 

Migranti in condizioni disumane nei capannoni di Ragusa 

05 luglio 2017, 08:48
Lavoravano 7 giorni su 7, la Polizia è intervenuta a Ragusa sequestrando i capannoni e le serre di pomodori in cui lavoravano. Gli agenti hanno anche identificato i caporali che li costringevano a vivere in condizioni disumane. L'operazione si è svolta in realtà in collaborazione tra le squadre mobili di Caseta, Foggia, Latina, Potenza, Ragusa e Reggio Calabria all'interno di una vasta operazione denominata Freedom. Sono state controllate in tutto 26 aziende, e sono state identificate 235 persone tra datori di lavoro e dipendenti. Solo a Ragusa sono state arrestate 3 persone e 11 gli indagati