Salvini: "Savoini? Se c'è un reato io sono intransigente"



17 luglio 2019,23:36

"Ho detto che semplicemente non avevo organizzato io alcune iniziative. Poi lo conosco, come persona corretta, da 25 anni", queste le parole del ministro dell'Interno sulla vicenda Savoini, Matteo Salvini. "Se mi chiedete chi invita a cena chi non ve lo so dire. Non mi occupo di cene. Abbiamo lavorato insieme, abbiamo fatto insieme anche i giornalisti. Ma adesso non e' un mio collaboratore, ripeto. Se c'è un reato io sono il piu' cattivo con i miei collaboratori. Non mi interessano gli audio rubati. Se c'è un reato io sono intransigente. Se sono chiacchiere no. Parliamo di vita reale. Io parlo con la Russia? E' mio dovere parlare con la Russia, con la Cina, gli Usa e la Bulgaria"



17 luglio 2019,23:36

"Ho detto che semplicemente non avevo organizzato io alcune iniziative. Poi lo conosco, come persona corretta, da 25 anni", queste le parole del ministro dell'Interno sulla vicenda Savoini, Matteo Salvini. "Se mi chiedete chi invita a cena chi non ve lo so dire. Non mi occupo di cene. Abbiamo lavorato insieme, abbiamo fatto insieme anche i giornalisti. Ma adesso non e' un mio collaboratore, ripeto. Se c'è un reato io sono il piu' cattivo con i miei collaboratori. Non mi interessano gli audio rubati. Se c'è un reato io sono intransigente. Se sono chiacchiere no. Parliamo di vita reale. Io parlo con la Russia? E' mio dovere parlare con la Russia, con la Cina, gli Usa e la Bulgaria"