Caso Regeni: Alfano: "Patenariato Italia-Egitto è strategico, ma non influenzera ricerca della verità"



05 settembre 2017, 08:49

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano, in audizione alla Camera sul caso Regeni e sui rapporti tra Italia e Egitto, durante il suo intervento ha spiegato: "Il dialogo con Il Cairo su temi di interesse è continuato solo a livello di funzionari. Sarebbe impossibile e controproducente comprimere o eliminare". Poi ha ribadito: ''L'omicidio di Giulio Regeni è una grave ferita per le nostre coscienze, per tutti noi e per un intero paese".

Il ministro Alfano ha sottolineato tre punti:

  • Il partenariato tra Italia ed Egitto non influirà sulla ricerca della verità
  • La ripresa del dialogo con Egitto è interesse strategico per l’Italia
  • L'Italia si impegnerà per il rispetto dei diritti umani in Egitto

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev - Agi



05 settembre 2017, 08:49

Il ministro degli Esteri Angelino Alfano, in audizione alla Camera sul caso Regeni e sui rapporti tra Italia e Egitto, durante il suo intervento ha spiegato: "Il dialogo con Il Cairo su temi di interesse è continuato solo a livello di funzionari. Sarebbe impossibile e controproducente comprimere o eliminare". Poi ha ribadito: ''L'omicidio di Giulio Regeni è una grave ferita per le nostre coscienze, per tutti noi e per un intero paese".

Il ministro Alfano ha sottolineato tre punti:

  • Il partenariato tra Italia ed Egitto non influirà sulla ricerca della verità
  • La ripresa del dialogo con Egitto è interesse strategico per l’Italia
  • L'Italia si impegnerà per il rispetto dei diritti umani in Egitto

Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev - Agi