“Nessuna intenzione di uscire dall'euro, il cigno nero può nascondersi in una fake news”



11 luglio 2018,20:30

Il ministro per le Politiche comunitarie Paolo Savona, ritirando il Premio Socrate, è tornato sulle sue dichiarazioni di ieri accusando alcuni giornali di aver frainteso le sue parole e che non ha alcuna intenzione di voler uscire dall'euro, ma di aver parlato solo di doversi trovare pronti per ogni eventualità. Ieri al Senato aveva detto che "potremmo trovarci in una situazione nella quale non saremo noi a decidere, ma saranno altri. Per questo dobbiamo essere pronti a ogni evenienza. Una delle mie case, Banca d'Italia", ha aggiunto, "mi ha insegnato che non ci si deve preparare a gestire la normalità, ma l'arrivo del cigno nero, lo shock" (qui l'articolo di AGI). 

 



11 luglio 2018,20:30

Il ministro per le Politiche comunitarie Paolo Savona, ritirando il Premio Socrate, è tornato sulle sue dichiarazioni di ieri accusando alcuni giornali di aver frainteso le sue parole e che non ha alcuna intenzione di voler uscire dall'euro, ma di aver parlato solo di doversi trovare pronti per ogni eventualità. Ieri al Senato aveva detto che "potremmo trovarci in una situazione nella quale non saremo noi a decidere, ma saranno altri. Per questo dobbiamo essere pronti a ogni evenienza. Una delle mie case, Banca d'Italia", ha aggiunto, "mi ha insegnato che non ci si deve preparare a gestire la normalità, ma l'arrivo del cigno nero, lo shock" (qui l'articolo di AGI).