Ocse: preoccupante tasso di disoccupazione giovanile in Italia

Ocse: preoccupante tasso di disoccupazione giovanile in Italia

15 febbraio 2017, 12:45
Il rapporto "Economic Survey of Italy 2017" presentatio dal segretario generale Ocse Angel Gurria evidenzia la ripresa da un punto di vista economico dell'Italia, malgrado l'elevato numero di sfide ancora da affrontare. Secondo Gurria, le quattro principali sfide che il Paese deve affrontare sono: la crescita della produttività e degli investimenti; il risanamento del sistema bancario; il sostegno all'occupazione insieme al miglioramento delle competenze e la riduzione della poverta', in particolare tra i giovani, il cui reddito ha registrato la maggior diminuzione a partire dalla crisi. Gurria ha ricordato che gli investimenti italiani hanno registrato un livello inferiore del 30% rispetto al picco della crisi. Per il segretario generale dell'Ocse, l'Italia deve proseguire il cammino di riforme avviato. Il Jobs act, ha sottolineato, "è un importante riforma economica e sociale poiché ha consentito di far fronte al dualismo del mercato del lavoro, che tutela chi ha già un posto sicuro ma esclude chi è fuori da tale mercato, come i giovani e le persone meno qualificate. Tale riforma ha inoltre permesso di introdurre un moderno meccanismo di assicurazione contro la disoccupazione. Per migliorare il livello di competenze di lavoratori e studenti - ha osservato - è necessario attuare a pieno le misure previste in materia di assistenza per la ricerca di impiego e formazione e la riforma dell'istruzione: la Buona Scuola".  Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev - Agi