La poliziotta che afferra al volo il suicida



18 marzo 2019,17:35

La mattina del 17 marzo, in piazza Puccini a Firenze, diversi passanti hanno assistito al “salvataggio al volo” di un uomo da parte di una poliziotta delle volanti della Questura.

Un cittadino rumeno di 40 anni già noto alle forze dell’ordine, dopo aver danneggiato lo specchietto di un'auto parcheggiata in via Baracca è salito sul muretto del ponte di piazza Puccini cominciando a gridare frasi incomprensibili.

In pochi attimi gli agenti lo hanno accerchiato, determinati a farlo scendere, ma, nonostante diversi tentativi di riportarlo alla calma, l'uomo ha continuato ad avvicinandosi sempre più pericolosamente al bordo.

Così, mentre uno dei veterani delle volanti - forte della sua lunga esperienza sul campo - lo ha distratto, è entrata in scena la giovane poliziotta che con grande prontezza di riflessi lo ha afferrato al volo, trascinandolo a terra. L’uomo è stato poi affidato ai sanitari del 118.



18 marzo 2019,17:35

La mattina del 17 marzo, in piazza Puccini a Firenze, diversi passanti hanno assistito al “salvataggio al volo” di un uomo da parte di una poliziotta delle volanti della Questura.

Un cittadino rumeno di 40 anni già noto alle forze dell’ordine, dopo aver danneggiato lo specchietto di un'auto parcheggiata in via Baracca è salito sul muretto del ponte di piazza Puccini cominciando a gridare frasi incomprensibili.

In pochi attimi gli agenti lo hanno accerchiato, determinati a farlo scendere, ma, nonostante diversi tentativi di riportarlo alla calma, l'uomo ha continuato ad avvicinandosi sempre più pericolosamente al bordo.

Così, mentre uno dei veterani delle volanti - forte della sua lunga esperienza sul campo - lo ha distratto, è entrata in scena la giovane poliziotta che con grande prontezza di riflessi lo ha afferrato al volo, trascinandolo a terra. L’uomo è stato poi affidato ai sanitari del 118.