Ecco il presunto assassino della signora che portava a spasso il cane ad Affori



17 gennaio 2018,12:53


Un uomo giovane, abbastanza alto, vestito con un giubbotto verde sopra e blu sotto e delle scarpe da ginnastica. Non ha la pelle scura, almeno da quello che si può vedere. Questo l'identikit del presunto assassino di Marilena Negri, che il 23 novembre è stata uccisa nel parco in zona Affori a Milano. Diverse telecamere comunali e private lo hanno ripreso avvicinarsi e allontanarsi dall'ingresso del parco in via Cialdini. Oggi la polizia ha deciso di diffondere l'identikit, concordando con il pm, dopo aver individuato che il responsabile è proprio l'uomo ritratto in quelle immagini. La sua caratteristica è di avere un'andatura ondeggiante: potrebbe essere questo il particolare che potrebbe consentire il riconoscimento da parte di qualcuno.

Sembra infatti che l'uomo abbia un problema alla gamba, oppure dissimula di fare jogging o di stiracchiarsi. Forse finge, dopo essersi accorto che una telecamera lo stava riprendendo. Le immagini riprese dalle telecamere segnano un'orario che va dalle 6.40 alle 7. L'omicidio dunque è avvenuto in questo lasso di tempo e questo potrebbe essere un'altro indizio utile a chi e' solito frequentare la zona in quegli orari. La polizia ha diffuso un numero di cellulare, 3494566310, a cui fornire indicazioni utili alle indagini. 



17 gennaio 2018,12:53


Un uomo giovane, abbastanza alto, vestito con un giubbotto verde sopra e blu sotto e delle scarpe da ginnastica. Non ha la pelle scura, almeno da quello che si può vedere. Questo l'identikit del presunto assassino di Marilena Negri, che il 23 novembre è stata uccisa nel parco in zona Affori a Milano. Diverse telecamere comunali e private lo hanno ripreso avvicinarsi e allontanarsi dall'ingresso del parco in via Cialdini. Oggi la polizia ha deciso di diffondere l'identikit, concordando con il pm, dopo aver individuato che il responsabile è proprio l'uomo ritratto in quelle immagini. La sua caratteristica è di avere un'andatura ondeggiante: potrebbe essere questo il particolare che potrebbe consentire il riconoscimento da parte di qualcuno.

Sembra infatti che l'uomo abbia un problema alla gamba, oppure dissimula di fare jogging o di stiracchiarsi. Forse finge, dopo essersi accorto che una telecamera lo stava riprendendo. Le immagini riprese dalle telecamere segnano un'orario che va dalle 6.40 alle 7. L'omicidio dunque è avvenuto in questo lasso di tempo e questo potrebbe essere un'altro indizio utile a chi e' solito frequentare la zona in quegli orari. La polizia ha diffuso un numero di cellulare, 3494566310, a cui fornire indicazioni utili alle indagini.