La manifestazione in ricordo della strage di Capaci



23 maggio 2018,18:34


Circa 70.000 persone, nella quasi totalità giovanissimi, hanno partecipato alla manifestazione nel 26º anniversario della strage di Capaci, costata la vita a Giovanni Falcone, la moglie e la scorta. Due cortei partiti dall’aula bunker e dal teatro Massimo si sono incontrati davanti all’albero che simboleggia la lotta contro la mafia e che sorge dove viveva il giudice e dove è stato letto l’elenco delle vittime delle stragi di mafia dell’estate del 1992, accompagnato da un lungo applauso e seguito dall’inno d’Italia cantato in coro da tutti. A conclusione della celebrazione, il corteo si è mosso verso il porto di Palermo dove gli studenti venuti da tutta Italia riprenderanno il viaggio per Civitavecchia.



23 maggio 2018,18:34


Circa 70.000 persone, nella quasi totalità giovanissimi, hanno partecipato alla manifestazione nel 26º anniversario della strage di Capaci, costata la vita a Giovanni Falcone, la moglie e la scorta. Due cortei partiti dall’aula bunker e dal teatro Massimo si sono incontrati davanti all’albero che simboleggia la lotta contro la mafia e che sorge dove viveva il giudice e dove è stato letto l’elenco delle vittime delle stragi di mafia dell’estate del 1992, accompagnato da un lungo applauso e seguito dall’inno d’Italia cantato in coro da tutti. A conclusione della celebrazione, il corteo si è mosso verso il porto di Palermo dove gli studenti venuti da tutta Italia riprenderanno il viaggio per Civitavecchia.