Ironlev, la tecnologia italiana che fa "volare" i treni (e non solo)



08 febbraio 2018,21:32

Non capita tutti i giorni di vedere un'automobile sospesa su un binario. E' successo ieri a Treviso, nella sede della Girotto Brevetti, la società italiana che ideato e brevettato il primo sistema di levitazione magnetica, in grado di far viaggiare qualunque mezzo di trasporto senza energia elettrica e sfruttando le infrastrutture ferroviarie già esistenti. "I treni - dice Andriano Girotto, inventore e presidente di Ironlev - levitano grazie ai magneti montati all'interno della struttura del pattino sul quale viene collocato il mezzo di trasporto. I magneti emettono un flusso che fa sì che pattino e rotaia siano legati fra loro. I treni - continua Girotto - potranno viaggiare a più di mille chilometri orari, ma può essere applicata anche ad altri mezzi di trasporto urbani - come tram e metropolitane - a velocità ridotte". Il progetto è stato sviluppato con la collaborazione della startup pisana Ales Tech.

 



08 febbraio 2018,21:32

Non capita tutti i giorni di vedere un'automobile sospesa su un binario. E' successo ieri a Treviso, nella sede della Girotto Brevetti, la società italiana che ideato e brevettato il primo sistema di levitazione magnetica, in grado di far viaggiare qualunque mezzo di trasporto senza energia elettrica e sfruttando le infrastrutture ferroviarie già esistenti. "I treni - dice Andriano Girotto, inventore e presidente di Ironlev - levitano grazie ai magneti montati all'interno della struttura del pattino sul quale viene collocato il mezzo di trasporto. I magneti emettono un flusso che fa sì che pattino e rotaia siano legati fra loro. I treni - continua Girotto - potranno viaggiare a più di mille chilometri orari, ma può essere applicata anche ad altri mezzi di trasporto urbani - come tram e metropolitane - a velocità ridotte". Il progetto è stato sviluppato con la collaborazione della startup pisana Ales Tech.