Il ragazzo che sognava di cambiare l’Africa con una startup



08 agosto 2018,17:16

Sognava di cambiare il suo Paese, fondando startup e lanciando campagne social. Era il modo di “combattere” la guerra civile in Somalia di Mohamed Sheik. A 31 anni è stato ucciso, gli hanno sparato per strada. E a Mogadiscio i suoi coetanei sono scesi per strada, per chiedere giustizia.



08 agosto 2018,17:16

Sognava di cambiare il suo Paese, fondando startup e lanciando campagne social. Era il modo di “combattere” la guerra civile in Somalia di Mohamed Sheik. A 31 anni è stato ucciso, gli hanno sparato per strada. E a Mogadiscio i suoi coetanei sono scesi per strada, per chiedere giustizia.