Gentiloni: “No a soluzione militare in Siria ma giusto raid Usa”

20 aprile 2017, 17:43
La crisi mediterranea deve essere trasformata in un'opportunità di crescita per l'intera area. Paolo Gentiloni ribadisce che in Siria l'attacco di Donald Trump è stato giustificato, ma anche che "è stato irrealistico" pensare che si potesse procedere senza una forte iniziativa negoziale con un "ruolo costruttivo per la Russia". "Non c'è alternativa: a Raqqa la soluzione può essere militare, ma a Damasco non può che essere politca", scandisce parlando al Center for Strategic Studies di Washington. E dalla stabilizzazione dell'area bisogna passare anche ad un processo di "lungo periodo" per affrontare il dramma epocale delle migrazioni e "creare occasioni di crescita e occupazione" nel mondo che si affaccia sul Mediterraneo.  Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev - Agi