Degrado, continuano i furti agli asili del Celio. "Siamo stati abbandonati dalle istituzioni"



05 aprile 2018,21:04


Questa è la denuncia dei responsabili degli asili interculturali che sorgono nel Parco del Celio, nel cuore di Roma: Celio Azzurro, L'Arcobalena e il S.Gregorio. Purtroppo da dicembre il Parco sta subendo vari furti che hanno interessato tutte le strutture, compresi il nido comunale del I Municipio e la Scuola Internazionale di Teatro. Ultima visita dei ladri risale alla Pasqua. Questi furti, come sottolineano gli educatori, sono collegati ad una situazione di degrado abbastanza preoccupante in cui versa l'intero parco. C'è un'assenza completa di manutenzione, di sorveglianza, per non parlare di decoro e pulizia. per niente presenti. Il Parco è frequentato da 250 famiglie con i rispettivi figli. A fine marzo educatori e genitori hanno dato vita ad un presidio proprio per protestare contro questa situazione che diventa insostenibile. Il 28 marzo il consiglio del I Municipio ha votato all'unanimità una mozione che chiede al Comune di interessarsi della vicenda ma ad ora non è seguito nulla, come ha sottolineato, Luisa Chiarelli, coordinatrice didattica del centro educativo di S.Gregorio. Di conseguenza dopo le vacanze si sono verificati altri furti. Nessuno, genitori ed educatori, si sente al sicuro. Il 4 Aprile i centri interculturali hanno consegnato al Commissariato del Celio un esposto in cui denunciano la situazione di assenza di controllo al parco con la richiesta alle autorità di intervenire.



05 aprile 2018,21:04


Questa è la denuncia dei responsabili degli asili interculturali che sorgono nel Parco del Celio, nel cuore di Roma: Celio Azzurro, L'Arcobalena e il S.Gregorio. Purtroppo da dicembre il Parco sta subendo vari furti che hanno interessato tutte le strutture, compresi il nido comunale del I Municipio e la Scuola Internazionale di Teatro. Ultima visita dei ladri risale alla Pasqua. Questi furti, come sottolineano gli educatori, sono collegati ad una situazione di degrado abbastanza preoccupante in cui versa l'intero parco. C'è un'assenza completa di manutenzione, di sorveglianza, per non parlare di decoro e pulizia. per niente presenti. Il Parco è frequentato da 250 famiglie con i rispettivi figli. A fine marzo educatori e genitori hanno dato vita ad un presidio proprio per protestare contro questa situazione che diventa insostenibile. Il 28 marzo il consiglio del I Municipio ha votato all'unanimità una mozione che chiede al Comune di interessarsi della vicenda ma ad ora non è seguito nulla, come ha sottolineato, Luisa Chiarelli, coordinatrice didattica del centro educativo di S.Gregorio. Di conseguenza dopo le vacanze si sono verificati altri furti. Nessuno, genitori ed educatori, si sente al sicuro. Il 4 Aprile i centri interculturali hanno consegnato al Commissariato del Celio un esposto in cui denunciano la situazione di assenza di controllo al parco con la richiesta alle autorità di intervenire.