Il nuovo trailer della Casa di Carta rivela qualcosa in più sulla terza stagione

03 giugno 2019,15:52

Ci sono due notizie per gli amanti della Casa di Carta: una buona e una cattiva. Quella cattiva: Rio si è fatto catturare. Ve lo ricordate no, l'hacker inguaribile romantico perdutamente innamorato di Tokyo. Bene, si fa beccare sull'isola paradisiaca sulla quale ha trovato rifugio insieme alla sua bella. 

Quella buona: Berlino è vivo. Lo abbiamo visto nel finale della seconda stagione crivellato di colpi nei corridoi del caveau della Zecca di Madrid, ma nel trailer rispunta nel bel mezzo di piazza Duomo a Firenze. Per quanto ne sappiamo potrebbe trattarsi di un sogno del Professore che nella clip compare, con un mucchio di cartine e mappe sotto il braccio, e lo chiama per nome. Ma si tratta in ogni caso di un bel teaser.

In attesa del 19 luglio, giorno in cui la terza stagione sarà disponibile sui Netflix, alcune cose si possono intuire già dai due minuti del trailer. Innanzitutto la banda si riunisce. Una banda allargata rispetto a quella della prima stagione, visto che ora vediamo reclutati a pieno titolo l'ormai ex ispettore Raquel Murillo e la segretaria infedele della Zecca, Mónica Gaztambide. "Siamo riusciti a scappare" dice il professore in apertura di trailer annunciato ai compagni a bordo di un battello che batte bandiera portoghese che sono finalmente in acque internazionali, "ma ora viene la parte più difficile: rimanere vivi". E nel frattempo Rio viene torturato per fargli confessare tutto quello che sa sulla banda che ha messo a segno il clamoroso colpo da un miliardo di euro,

Poi le immagini mostrano quello che già avevamo visto in un tesaer diffuso ad aprile: Rio e Tokyo (in una versione un po' 'Tomb Raider') che se la spassano sulla loro isoletta. Finché all'orizzonte non compaiono due barchini strapieni di uomini armati evidentemente determinati a dare l'assalto al rifugio dorato dei piccioncini. Che però reagiscono a modo loro: Tokyo dandosela a gambe in mezzo alla giungla e Rio imbracciando un lanciarazzi che ovviamente non avrà il coraggio di usare. 

Da lì è una sceneggiatura già scritta. Tokyo chiede aiuto, raggiunge in Thailandia il Professore (che vive con l'amata Raquel) e lì viene presa l'unica decisione possibile: riunire la banda per salvare il giovane compagno. Seguono sequenze che un rallenty da video rap di fine anni '90 con i nostri eroi abbigliati in modo improbabile e a chiudere le immagini del nuovo rifugio e del nuovo assalto a un'altra imprendibile fortezza.



03 giugno 2019,15:52

Ci sono due notizie per gli amanti della Casa di Carta: una buona e una cattiva. Quella cattiva: Rio si è fatto catturare. Ve lo ricordate no, l'hacker inguaribile romantico perdutamente innamorato di Tokyo. Bene, si fa beccare sull'isola paradisiaca sulla quale ha trovato rifugio insieme alla sua bella. 

Quella buona: Berlino è vivo. Lo abbiamo visto nel finale della seconda stagione crivellato di colpi nei corridoi del caveau della Zecca di Madrid, ma nel trailer rispunta nel bel mezzo di piazza Duomo a Firenze. Per quanto ne sappiamo potrebbe trattarsi di un sogno del Professore che nella clip compare, con un mucchio di cartine e mappe sotto il braccio, e lo chiama per nome. Ma si tratta in ogni caso di un bel teaser.

In attesa del 19 luglio, giorno in cui la terza stagione sarà disponibile sui Netflix, alcune cose si possono intuire già dai due minuti del trailer. Innanzitutto la banda si riunisce. Una banda allargata rispetto a quella della prima stagione, visto che ora vediamo reclutati a pieno titolo l'ormai ex ispettore Raquel Murillo e la segretaria infedele della Zecca, Mónica Gaztambide. "Siamo riusciti a scappare" dice il professore in apertura di trailer annunciato ai compagni a bordo di un battello che batte bandiera portoghese che sono finalmente in acque internazionali, "ma ora viene la parte più difficile: rimanere vivi". E nel frattempo Rio viene torturato per fargli confessare tutto quello che sa sulla banda che ha messo a segno il clamoroso colpo da un miliardo di euro,

Poi le immagini mostrano quello che già avevamo visto in un tesaer diffuso ad aprile: Rio e Tokyo (in una versione un po' 'Tomb Raider') che se la spassano sulla loro isoletta. Finché all'orizzonte non compaiono due barchini strapieni di uomini armati evidentemente determinati a dare l'assalto al rifugio dorato dei piccioncini. Che però reagiscono a modo loro: Tokyo dandosela a gambe in mezzo alla giungla e Rio imbracciando un lanciarazzi che ovviamente non avrà il coraggio di usare. 

Da lì è una sceneggiatura già scritta. Tokyo chiede aiuto, raggiunge in Thailandia il Professore (che vive con l'amata Raquel) e lì viene presa l'unica decisione possibile: riunire la banda per salvare il giovane compagno. Seguono sequenze che un rallenty da video rap di fine anni '90 con i nostri eroi abbigliati in modo improbabile e a chiudere le immagini del nuovo rifugio e del nuovo assalto a un'altra imprendibile fortezza.