Verona-Torino 2-2 tra forti emozioni e contestazioni all'arbitro

(AGI) - Verona - La pioggia, forti emozioni, quattrogol e diverse polemiche per l'arbitraggio di Irrati hannocaratterizzato il lunch match della  

Verona-Torino 2-2 tra forti emozioni e contestazioni all'arbitro
(AGI) - Verona, 13 set. - La pioggia, forti emozioni, quattrogol e diverse polemiche per l'arbitraggio di Irrati hannocaratterizzato il lunch match della terza giornata della serieA di calcio, ovvero Verona-Torino, terminata 2-2. Tutte nelsecondo tempo le marcature: al 4' ha sbloccato la gara Toni (surigore); al 21' Baselli ha siglato l'1-1; al 26' Juanito Gomezha riportato in vantaggio i padroni di casa; due minuti dopoAcquah ha ristabilito la parita'. Molti dubbi sul rigoreconcesso in occasione del primo vantaggio dei veneti e sull'1-1dei granata, con un azione viziata da un fuorigioco diQuagliarella. A seguire lo stadio ha contestato il direttore digara anche per due presunte spinte di Bovo ai danni di Toni: inalmeno un'occasione poteva starci il penalty in favore deigialloblu'. Bene Viviani, Toni e Gomez nel Verona e Molinaro,Baselli e Quagliarella nel Torino. Da rivedere invece lo spentoBelotti. Nei padroni di casa, orfani degli infortunati Fares eHallfredsson, Andrea Mandorlini si e' affidato al consueto4-3-3, dando spazio in avvio a Pisano, Marquez, Moras eSouprayen a protezione di Rafael; con Sala, Viviani e Greco inmezzo al campo e con Siligardi e Juanito Gomez al fianco diToni in attacco.Negli ospiti, privi degli indisponibiliFarnerud, Maksimovic, Gazzi, Moretti e Gaston Silva, GiampieroVentura ha puntato sul collaudato 3-5-2, inserendo inizialmenteBovo, Glik e Molinaro davanti a Padelli; Bruno Peres, Baselli,Vives, Obi e Avelar (sostituito al 16', per infortunio, daJansson) in mediana; con Quagliarella e Belotti in avanti. Inavvio Marquez, su due punizioni ben calciate da Viviani mancadi poco in altrettante occasioni il bersaglio (al 3' e al 12').Al 41' Padelli salva su bella girata di testa di Toni. Alloscadere lo stesso attaccante del Verona reclama il primopenalty per contatto con Bovo.La ripresa inizia con il dubbiorigore in favore dei veneti, per un presunto fallo di Janssonsu Gomez. Batte Toni dagli undici metri ed e' 1-0. A l 15' Glikspedisce la sfera alta di testa da buona posizione. Poi, al21', Baselli segna il suo terzo gol in altrettante giorante,sfruttando una corta respinta di Rafael su un tiro diQuagliarella, scattato pero' in off-side.Al 26' il Verona tornain vantaggio, grazie a un colpo di testa vincente di Gomez, susolita punizione tagliata di Viviani. Due minuti dopo il neoentrato Acquah indovina l'angolo con un piatto al volo dallimite dell'area e sancisce il definitivo 2-2.Resta il tempoper l'ultima polemica dei gialloblu' all'indirizzo dell'arbitroper un altro presunto contatto in area fra Bovo e Toni. Poiarriva il triplice fischio: giusto nel complesso il risultatofinale. (AGI).