Vela: Volvo Ocean Race, quinta tappa rimandata a causa ciclone Pam

(AGI) - Auckland (Nuova Zelanda), 12 mar. - Gli organizzatoridella Volvo Ocean Race hanno deciso di posticipare la partenzadella quinta tappa da Auckland a Itajai', in Brasile, previstaper domenica 15 a causa della presenza di un sistema meteo,denominato Pam, che potrebbe trasformarsi in un "superciclone".Gli esperti meteo indicano che il ciclone, classificato digrado cinque, potrebbe colpire l'area e dunque gliorganizzatori hanno deciso per ovvie ragioni di prudenza dirimandare la partenza di almeno 24 ore. Percio' lo start nonavverra' prima delle 14 ora locale (le 2 antimeridiane inItalia) di lunedi' 16,

(AGI) - Auckland (Nuova Zelanda), 12 mar. - Gli organizzatoridella Volvo Ocean Race hanno deciso di posticipare la partenzadella quinta tappa da Auckland a Itajai', in Brasile, previstaper domenica 15 a causa della presenza di un sistema meteo,denominato Pam, che potrebbe trasformarsi in un "superciclone".Gli esperti meteo indicano che il ciclone, classificato digrado cinque, potrebbe colpire l'area e dunque gliorganizzatori hanno deciso per ovvie ragioni di prudenza dirimandare la partenza di almeno 24 ore. Percio' lo start nonavverra' prima delle 14 ora locale (le 2 antimeridiane inItalia) di lunedi' 16, data comunque ancora da confermare. "La sicurezza viene prima di tutto. Abbiamo preso questadecisione perche' non e' ancora chiaro quale sara' la stradache prendera' questo ciclone tropicale. E' insolitamente estesoed essenzialmente e' sulla nostra rotta e quindi per ragioni diprudenza si e' preferito non rischiare". Secondo le ultime previsioni, il ciclone tropicaledenominato Pam potrebbe generare venti fino a 200 chilometriall'ora e potrebbe rinforzarsi ulteriormente nel suo camminoverso sud. Anche se il sistema meteo non investissedirettamente la Nuova Zelanda, l'area di navigazione dellaflotta potrebbe essere caratterizzata da uno stato del marepericoloso, con un moto ondoso problematico. "La nostrapreoccupazione principale e' proprio lo stato del mare, piu'che la forza del vento - ha spiegato ancora Frostad - Le nostrebarche possono resistere a un vento molto intenso, ma cisaranno onde altissime lungo la costa neozelandese e pochipunti di ridosso. Quindi non daremo il segnale di partenzaprima delle 14 ora locale di lunedi'. Potrebbe anche esserepiu' tardi, dipende tutto dal movimento del ciclone". (AGI).