Un romano su due dice sì alle Olimpiadi nella Capitale

Censis: il 50,2% degli intervistati si è detto favorevole a fronte di un 36,2% di contrari

Un romano su due dice sì alle Olimpiadi nella Capitale
Olimpiadi Roma 2024 

Roma - Il 50,2% dei romani si dichiara favorevole alla realizzazione delle Olimpiadi e delle Paraolimpiadi nella capitale nel 2024. E' contrario il 36,2%, l'11,3% e' indifferente e il 2,3% non e' in grado di dare una risposta. Questo il risultato di un sondaggio svolto dal Censis. Nel resto della provincia la quota di favorevoli sale al 55,2%, i contrari scendono al 25,1%, gli indifferenti sono il 17% e coloro che rispondono "non saprei" il 2,7%. Si tratta di una maggioranza "trasversale", in cui piu' favorevoli sono le persone in cerca di prima occupazione (65,2%), gli anziani (58,9%), coloro che hanno la licenza media (57,8%), i residenti nei comuni della provincia (55,2%) e i maschi (52,7%).

LE RAGIONI DEL SI': Il 48,5% dei cittadini del comune di Roma favorevoli alle Olimpiadi pensa che sarebbero una occasione per fare nuovi investimenti sulla citta' e migliorarla, il 45,8% e' convinto che darebbero una spinta positiva all'occupazione e al reddito della citta', il 33,8% sottolinea il positivo impatto che avrebbero sull'afflusso di visitatori, il 33,5% richiama il contributo al miglioramento dell'immagine di Roma nel mondo e il 20,4% pensa che darebbero orgoglio e senso di appartenenza ai romani. I residenti dei comuni della provincia insistono di piu' sui benefici costituiti dall'incremento dei visitatori (39,5%) e dal rilancio dell'immagine della citta' nel mondo (38,4%). Per i 'millennials' (50,4%) l'evento olimpico e' soprattutto un'occasione per concentrare nuovi investimenti per una citta' migliore, mentre le donne (43,5%) e le persone a reddito mediobasso (54,3%) le considerano un volano per creare maggiore occupazione e reddito.

LE RAGIONI DEL NO: I contrari sono pessimisti riguardo al saldo costi-benefici e pensano che i primi sarebbero inevitabilmente superiori ai secondi. Lo pensa il 51,5% dei contrari nel comune di Roma, mentre il 41,9% e' convinto che ci sarebbero sprechi di ogni tipo, il 39% pensa che aumenterebbe la corruzione e il 31,9% non crede alla puntualita' di consegna delle opere e segnala il rischio caos per la citta'. Nei comuni della provincia e' molto piu' forte il timore di costi superiori ai benefici. Un terzo dei contrari e' pronto a cambiare idea. Il 33,2% dei contrari alle Olimpiadi 2024 e' aperto a modificare il proprio punto di vista se saranno attivate misure adeguate a evitare sprechi, corruzione e ritardi, e la quota sale ad oltre il 39% tra i 'millennials' attualmente contrari. Gli irriducibili del No ai Giochi Olimpici sono il 65,5% degli attuali contrari nel comune di Roma. Negli altri comuni della provincia la quota sale al 69%. (AGI)