Tolta la squalifica ad Allegri, sara' in panchina col Cagliari

(AGI) - Roma, 17 dic. - Massimiliano Allegri potra' sederedomani in panchina contro il Cagliari. La Corte Sportivad'Appello Nazionale ha parzialmente accolto il ricorso dellaJuventus, riducendo la sanzione della squalifica di unagiornata comminata al tecnico - in seguito al match trabianconeri e Sampdoria - ad un'ammenda di 10mila euro condiffida. Domani si gioca: il 4-3-3, un marchio di fabbrica perGiovanni Galeone e per Zdenek Zeman. Allegri con il primo havissuto i migliori momenti della sua carriera da calciatore eha studiato da allenatore, con il secondo, invece, domanidovra' misurarsi visto che

(AGI) - Roma, 17 dic. - Massimiliano Allegri potra' sederedomani in panchina contro il Cagliari. La Corte Sportivad'Appello Nazionale ha parzialmente accolto il ricorso dellaJuventus, riducendo la sanzione della squalifica di unagiornata comminata al tecnico - in seguito al match trabianconeri e Sampdoria - ad un'ammenda di 10mila euro condiffida. Domani si gioca: il 4-3-3, un marchio di fabbrica perGiovanni Galeone e per Zdenek Zeman. Allegri con il primo havissuto i migliori momenti della sua carriera da calciatore eha studiato da allenatore, con il secondo, invece, domanidovra' misurarsi visto che la sua Juventus e' attesa alSant'Elia dal Cagliari. "A Galeone sono legato da un rapportoaffettivo che dura da piu' di 20 anni e per me e' un piacere eun onore che sia cosi' perche' e' una persona splendida - haspiegato il tecnico bianconero in conferenza stampa -. Con luisono stato 7-8 anni da calciatore, ma per la mia carriera datecnico sono stati molto importanti i tre mesi vissuti con luia Udine. Lui e Zeman sono due persone diverse, con sistemi digioco simili ma non uguali. Non ho mai avuto Zeman comeallenatore, ma credo sia uno dei migliori in Italia a insegnarecalcio offensivo". CAGLIARI, TORNA IBARBO NEL TRIDENTE Una partita di quelle dove la squadra piu' debole, il Cagliari,non ha niente da perdere al cospetto dei piu' blasonatiavversari, ma non per questo i rossoblu' deporranno le armiprima ancora di iniziare la gara. Con queste premesse, ZdenekZeman ha confermato come la sua squadra cerchera' ancora unavolta di scendere in campo per conquistare un risultatopositivo anche se con la consapevolezza che, contro ibianconeri, sara' molto difficile. Una squadra che sbaglia pocoo niente e che quando attacca sa essere letale, sono dati chebastano e avanzano per motivare la compagine isolana che, dopoil pareggio opaco di Parma, vuole riscattarsi a tutti i costiper regalare un Natale sereno ai suoi sostenitori. Il tecnicoboemo ha preferito non svelare in anticipo le sue scelte, comedi consueto, ma le opzioni a disposizione, seppurenumericamente disponibili, non sono poi tante sotto il profilodella affidabilita'. Si parte dai soliti noti, con l'acciaccato Ibarbo che,scontato il turno di squalifica, e' di nuovo a disposizioneanche se per tutta la settimana si e' allenato in solitaria.Accanto a lui dovrebbero completare il tridente Cossu e Farias,anche perche' l'altro attaccante centrale, Longo, non e' almeglio fisicamente. Scelte obbligate anche in difesa dove lalinea Balzano, Rossettini, Ceppitelli e Avelar sembra quellapiu' gettonata, mentre in mezzo al campo i dubbi aumentano.Conti dovrebbe tenere salde le redini della squadra in unapartita durante la quale la sua esperienza potrebbe fare ladifferenza, ma resta da vedere chi lo affianchera'. Ekdal sista meritando, sul campo, la conferma tra i titolari, mentre leultime prestazioni poco positive di Crisetig potrebberodirottarlo in panchina.Dessena, Donsah e Joao Pedro scalpitanoper avere la loro occasione ma il giocatore di scuola Interresta in leggero vantaggio su tutti.Probabile formazione(4-3-3): Cragno; Balzano, Rossettini, Ceppitelli, Avelar;Crisetig, Conti, Ekdal; Cossu, Ibarbo, Farias. (AGI).