Tennis: Davis, Fognini, cosi' ho sconfitto Rublev

(AGI) - Roma, 18 set. - L'incredibile passante in corsa didiritto con cui ha messo la firma sul primo set della sfidacontro il 17enne Andrey Rublev, astro nascente del tennismondiale, e' la fotografia della giornata azzurra. Da quelmomento Fabio Fognini ha avuto vita facile e rifilato un doppio6-2 nel secondo e terzo set al giovane rivale riportandol'Italia in parita' nella sfida di Irkutsk contro la Russia."Il tie-break e' stato fondamentale, gli ho annullato tre setpoint - sottolinea il 28enne ligure - anche se avrei potutochiudere con piu' facilita'. Sono andato a

(AGI) - Roma, 18 set. - L'incredibile passante in corsa didiritto con cui ha messo la firma sul primo set della sfidacontro il 17enne Andrey Rublev, astro nascente del tennismondiale, e' la fotografia della giornata azzurra. Da quelmomento Fabio Fognini ha avuto vita facile e rifilato un doppio6-2 nel secondo e terzo set al giovane rivale riportandol'Italia in parita' nella sfida di Irkutsk contro la Russia."Il tie-break e' stato fondamentale, gli ho annullato tre setpoint - sottolinea il 28enne ligure - anche se avrei potutochiudere con piu' facilita'. Sono andato a servire sul 5-3". E'stato l'unico piccolo passaggio a vuoto di un matchpraticamente perfetto, che ha confermato l'ottimo stato diforma di Fognini dopo gli US Open da protagonista in cui habattuto al terzo turno Nadal rimontando allo spagnolo due setcome solo Federer aveva fatto in passato (era il 2005 a Miami)."Sono contento perche' ho giocato bene, anche se nel primo set,lo ripeto, mi sono complicato un po' la vita - commenta ancoral'azzurro - non era facile contro un avversario potenzialmentemolto forte. Soprattutto non e' mai semplice scendere in campoin Coppa Davis se sei sotto uno a zero. Sai che il tuo punto e'fondamentale per restare in corsa e rischi di farticondizionare dai brutti pensieri. Sono un po' stanco, ma e' latensione. Era un punto importante da vincere a tutti i costi eci sono riuscito con una bella prestazione". Accanto c'e'capitan Corrado Barazzutti, che dopo la vittoria di Fognini hatirato un sospiro di sollievo. La giornata era iniziata malecon la sconfitta di Bolelli, preferito ad Andreas Seppi chesoffre di una borsite al piede sinistro, contro TeymurazGabashvili, sempre in tre set. "Simone ha giocato un buon primoset cedendo al tie break - spiega il ct - poi e' calato nelsecondo set e si e' ripreso nel terzo. Era successo anche adAstana contro Kukushkin, ma questi sono match molto difficili,giocare in Davis in trasferta e nelle migliori condizioni per ituoi avversari e' complicato. E comunque Gabashvili ha giocatoad ottimi livelli, diamogli i giusti meriti". Quindi suFognini: "E' sempre stato attento e concentrato, Rublev e'giovane ma gia' molto competitivo. Intanto siamo uno a uno eora ci aspetta il doppio. Punto fondamentale? Certo, ma lo sonoanche i due singolari di domenica. Per vincere devi farne tre".L'unica faccia scura in casa Italia e' proprio quella diBolelli. Il bolognese e' deluso e non lo nasconde: "Gabashviliha giocato molto bene - ammette - ma il tie break del primo sete' stato decisivo. Nel secondo mi ha fatto due break e da quelmomento si e' sciolto, mentre per e' diventato tuttocomplicato. Peccato perche' nel tie break ho giocato male unpaio di punti che poi hanno pesato tanto. Nel terzo ser hoavuto un paio di chance, compresa una palla break che il mioavversario mi ha annullato con un gran rovescio vincente". Lecoppia di doppio annunciate durante il sorteggio sono AndreasSeppi e Paolo Lorenzi per l'Italia, Evgeny Donskoy e KonstantinKravchuk per la Russia.I due capitani possono pero' cambiareformazione fino ad un ora prima dell'incontro: con ogniprobabilita' capitan Barazzutti schierera' Bolelli e Fognini.La chiusura di Barazzutti e' sulle condizioni di Seppi in vistadi domenica: "Sta molto meglio". (AGI).