Super Bowl: curiosità, numeri e retroscena. Tutto quello che c'è sapere 

Tra spot, politica e touchdown la 51esima finalissima passerà alla storia come la partita delle prime volte

Super Bowl: curiosità, numeri e retroscena. Tutto quello che c'è sapere 
Tom Brady, New England Patriots (afp) 

Per cosa sarà ricordato il 51esimo primo Super Bowl? Di certo è stato un evento ricco di prime volte: il primo dell'era Trump, l'unico che si è deciso ai tempi supplementari. Ma anche il primo che ha ricevuto in un video messaggio la benedizione del Papa (che in spagnolo dice agli americani di non costruire muri) e per la prima volta un quarterback, Tom Brady, è riuscito a conquistare il trofeo cinque volte. In qualunque modo lo si legga il 51esimo Super Bowl, da sempre considerato l'evento sportivo a stelle e strisce più importante dell'anno, rimarrà impresso nella memoria di tutti per due fattori: spot e politica.

Super Bowl, al centro è la politica

La finale è andata in scena a Houston, in Texas, proprio lo Stato degli ispanici e del muro anti-immigrati. Indubbiamente il fattore Donald Trump ha contribuito a rendere l'evento denso di significati che sono andati ben al di là dello sport. 

Lady Gaga è la regina dell'halftime

Anche se alla vigilia si era detto che non sarebbe stata una performance politica, l'esibizione di Lady Gaga durante l'halftime show del Super Bowl è risuonata come un messaggio forte e chiaro di patriottismo e richiamo all'unità. La regina del pop ha cantato dal tetto dello stadio due canzoni simbolo della storia d'America: "God bless America" e "This Land is your land", un classico dei movimenti di protesta, che aveva già intonato nelle ultime manifestazioni contro il bando di Trump. Poi - sostenuta da cavi di acciaio - si è calata dal cielo facendo il suo ingresso spettacolare, con 300 droni che hanno disegnato alle sue spalle una gigantesca bandiera americana.

Super Bowl: curiosità, numeri e retroscena. Tutto quello che c'è sapere 
Lady Gaga (afp) 

Una frecciatina al presidente l'hanno lanciata anche le Schuyler sisters le interpreti del musical hit di Broadway "Hamilton". Durante il brano "America The Beautiful" arrivate al verso "and crown thy good with brotherhood" (Dio coroni il tuo bene con la fratellanza) hanno cambiato l'ultima parola in "sisterhood", sorellanza. Lo stadio applaude e l'allenatore dei Falcons sorride. 

Spot, tutti contro Trump

Cinque milioni di dollari per 30 secondi di spot.Tanto costano le pubblicità che passano durante la partita di football, notoriamente le più viste e perciò più costose. Quest'anno da Budweiser a Coca-Cola, da Airbnb a 84 Lumber Company tutti si sono schierate contro le politiche di discriminazione messe in atto dal presidente Trump. 


Coca Cola ha ritrasmesso lo spot del 2014 dove persone di ogni razza che cantano "America The Beautiful" in tante lingue diverse. "Non importa chi sei, da dove vieni, chi ami, in cosa credi. Ci apparteniamo tutti. Più ci accettiamo, più è bello il mondo" è lo slogan scelto da Airbnb. Audi si è schierata invece al fianco delle donne: un papà che guarda gareggiare la figlia in una competizione di go-cart si domanda "Cosa dovrei dire a mia figlia: che sarà valutata meno di un uomo? Che sarà pagata meno di un uomo? Che suo padre è considerato più di sua mamma? Che penseranno sempre che è inferiore a qualunque uomo che incontrerà?". Ma la risposta è no, "il progresso è per tutti".

Ma il video più commentato è quello della 84 Lumber Company, quello che l'emittente Fox tv ha rifiutato di trasmettere integralmente. Infatti, per vedere la fine bisogna connettersi al profilo twitter della società di costruzioni. Lo spot racconta la storia di una mamam e dellasua bambina che lasciano il Messico per cercare di ricostruirsi una vita negli Stati Uniti. Durante il duro viaggio la piccola raccoglie, passo dopo passo nel deserto, brandelli di stoffa, plastica colorata, superando fatica, sudore e filo spinato. 

I fratelli Coen,registi di “Non è un Paese per Vecchi” e “Il grande Lebowski”, hanno firmato la nuova pubblicità della Mercedes che è stata trasmessa ieri durante il Super Bowl. 

Donald azzecca il risultato

Le luci si sono spente e dopo le esibizioni e gli spot, i Patriots si aggiudicano il match. Confermando la previsione del loro tifoso più accanito, Donald Trump che alla fine del match twitta: "Che incredibile rimonta e vittoria dei Patriots. Tom Brady, Bob Kraft e coach B. sono i vincitori assoluti. Wow!".

Super Bowl: curiosità, numeri e retroscena. Tutto quello che c'è sapere 
Tom Brady (afp)