Spalletti funziona, la Roma batte 2-0 il Sassuolo

Le reti di Salah ed El Shaarawy. Berardi sbaglia un rigore

Spalletti funziona, la Roma batte 2-0 il Sassuolo
 El Shaarawy (Afp)

Reggio Emilia - Con i gol segnati da Salah al 10' ed El Shaarawy al 94' la Roma espugna il campo del Sassuolo nell'anticipo della 23esima giornata di serie A. A Reggio Emilia finisce 2-0 per la squadra di Spalletti, alla seconda vittoria consecutiva, altri tre punti che valgono il quarto posto momentaneo in classifica insieme all'Inter, attesa domani dalla sfida casalinga con il Chievo. Gli emiliani, invece, possono recriminare per il calcio di rigore del possibile pareggio sbagliato da Berardi nel finale.

Al Mapei Stadium Spalletti accantona la difesa a tre per tornare al 4-3-3 tanto gradito all'ex tecnico Rudi Garcia. Il tridente offensivo, pero', e' atipico perche', senza Dzeko, l'allenatore toscano lancia l'ultimo arrivato Perotti nell'inedito ruolo di centravanti, con El Shaarawy e Salah larghi. Il Sassuolo risponde con il trio Berardi-Trotta-Sansone e parte bene: ci provano Sansone da fuori e Berardi in contropiede, ma alla prima occasione la Roma trova il gol: Pjanic premia il taglio di Salah, che riceve al limite dell'area, si accentra e batte Consigli con un gran sinistro. Da quel momento i giallorossi prendono fiducia e conquistano il centrocampo, ma non sanno sfruttare la superiorita' nel possesso palla.

A nulla servono le proteste di El Shaarawy per un contrasto sospetto nell'area avversaria con Vrsaljko, ma le vere occasioni per il raddoppio romanista capitano sui piedi di Maicon e Salah poco dopo la mezz'ora: in entrambi i casi, pero', gli uomini di Spalletti sono imprecisi. Superata la tempesta, il Sassuolo prova a riorganizzarsi e riesce finalmente a sviluppare il suo gioco in velocita' nella meta' campo avversaria innescando i rapidi attaccanti.

Nel finale del primo tempo prima Berardi, poi Trotta provano a impensierire Szczesny da fuori area, senza pero' spaventarlo. La ripresa riparte con un Sassuolo ancor piu' intraprendente, forse incoraggiato dall'ennesimo problema per la difesa giallorossa, l'uscita di scena di Daniele De Rossi a due minuti dalla fine del primo tempo, sostituito da Gyomber. Sansone ci prova subito fuori, poi Berardi ha un'ottima occasione, ma Szczesny si distende e respinge il suo sinistro.

La Roma adesso fatica, anche se al 10' Salah avrebbe ancora sui piedi il pallone del raddoppio, ma lo spreca tirando addosso a Consigli da due metri. Il Sassuolo continua a fare la partita, la Roma si difende con ordine nonostante i numerosi calci d'angolo battuti dagli emiliani, sfiora il raddoppio con El Shaarawyy ma al 43' del secondo tempo rischia grosso: Nainggolan atterra Pellegrini, rigore e secondo giallo per il belga, ma Berardi calcia alto. Nel finale El Shaarawy chiude i conti sull'assist di Perotti e i giallorossi tornano a casa con tre punti fondamentali nella corsa Champions.(AGI)