Sipario sulla Superbike: Lowes guida le libere del Gp Australia

(AGI) - Phillip Island (Australia), 20 feb. - Si alza ilsipario sul Mondiale Superbike 2015. Sotto il cielo grigio diPhillip Island prime due sessioni di libere e subito Alex Lowesprotagonista. Dopo aver fatto segnare il crono piu' velocenella due giorni di test ufficiali di inizio settimana, ilpilota della Voltcom Crescent Suzuki ha nuovamente comandato leoperazioni, facendo segnare gia' al mattino un tempo di1'30"855, di soli quattro millesimi di secondo piu' velocerispetto a quello ottenuto martedi' scorso. Nella prima sessione, con il britannico unico pilota ascendere sotto al muro del minuto e

(AGI) - Phillip Island (Australia), 20 feb. - Si alza ilsipario sul Mondiale Superbike 2015. Sotto il cielo grigio diPhillip Island prime due sessioni di libere e subito Alex Lowesprotagonista. Dopo aver fatto segnare il crono piu' velocenella due giorni di test ufficiali di inizio settimana, ilpilota della Voltcom Crescent Suzuki ha nuovamente comandato leoperazioni, facendo segnare gia' al mattino un tempo di1'30"855, di soli quattro millesimi di secondo piu' velocerispetto a quello ottenuto martedi' scorso. Nella prima sessione, con il britannico unico pilota ascendere sotto al muro del minuto e trentuno secondi, alsecondo posto si e' classificato il rookie Jordi Torres(Aprilia Racing Team - Red Devils), nuovamente in gran spolverosulla pista australiana, a precedere Tom Sykes (Kawasaki RacingTeam), il compagno di squadra Leon Haslam ed il secondo pilotaKRT Jonathan Rea. Piu' attardati gli alfieri Pata Honda, conMichael van der Mark dodicesimo a precedere il campione delMondo in carica Sylvain Guintoli. Pochi tempo in pista per TroyBayliss, 18° con due soli giri veloci all'attivo. Il trevolte iridato del Mondiale Superbike e' apparso comunque moltoconcentrato nel box Aruba.it Racing-Ducati Superbike. Alpomeriggio Lowes ha mantenuto la testa della classifica tempigrazie al crono del mattino, quando le temperature erano benpiu' contenute. Nel secondo turno di prove, infatti, visto il notevolecaldo presente sull'asfalto e nell'aria, solo otto piloti sonoriusciti a migliorare i propri tempi, con Leon Haslam (ApriliaRacing Team - Red Devils) il piu' rapido degli ultimi 45 minutidi giornata, nonostante una caduta senza conseguenze nelfinale, alla curva 10. Hanno chiuso in seconda e terzaposizione, invece, l'altro pilota ufficiale Aprilia, JordiTorres, e Sykes mentre il nuovo arrivo nel team ufficialeKawasaki, Jonathan Rea, e' scivolato in quinta posizione,sempre davanti a Nico Terol (Althea Racing Ducati) e ad unMichael van der Mark (Pata Honda World Superbike) inrisalita.Completano la top 10 Chaz Davies (Aruba.it Racing -Ducati Superbike Team), David Salom (Team Pedercini Kawasaki) eRandy de Puniet (Voltcom Crescent Suzuki), seguiti da LeonCamier (MV Agusta Reparto Corse) e Guintoli (Pata Honda WorldSuperbike), sempre leggermente attardato e protagonista di unospettacolare 'quasi highside'. Ha proseguito il lavoro sullamessa a punto Troy Bayliss che, nei 10 minuti finali del turno,ha iniziato a spingere un po' di piu', migliorandosi di duedecimi per giro. L'australiano ha chiuso al 18° posto, apoco piu' di due secondi e mezzo dalla vetta.(AGI).